Il convegno internazionale sul futuro dell’Alleanza Atlantica

“Quale futuro per la sicurezza Transatlantica e la Nato? Questo è l'interrogativo affrontato nel contesto di quattro convegni internazionali (2011, 2012, 2014 e 2015) organizzati nelle prestigiose sedi di Villa Guastavillani, a Bologna, e del Centro Universitario di Bertinoro. I convegni sono il frutto di una lunga collaborazione tra l’Ateneo Bolognese (e in particolare la Scuola di Scienze Politiche - sede di Forlì), il Supreme Allied Commander Transformation (SACT) della Nato e l'Istituto Affari Internazionali (IAI) di Roma.

Tali eventi sono stati realizzati nel contesto del Memorandum of Understanding tra SACT e l'Ateneo Bolognese, firmato nel 2006 e rinnovato nel 2015. L'iniziativa del convegno si è aggiunta ad una attività di successo che da anni vede la Scuola di Scienze Politiche - sede di Forlì e ACT coinvolti nella realizzazione della simulazione di gestione di crisi internazionale.

I convegni, coordinati per l'Università di Bologna dalla Professoressa Sonia Lucarelli (docente di Relazioni Internazionali presso la Scuola di Scienze Politiche - sede di Forlì), hanno toccato temi cruciali per il futuro dell’Alleanza (dai partenariati alla cosiddetta "smart defence", all’articolazione regionale dell’Alleanza, alle minacce ibride) e hanno visto la partecipazione di studiosi proveniente da varie aree geografiche (Europa, Stati uniti, Canada, Russia, Medio oriente) e da vari contesti professionali (accademici, studiosi dei think tanks, funzionari della Nato, militari). L’alto profilo dei partecipanti ha garantito un elevato livello della discussione in tutte le sessioni (plenarie e seminariali). Con l'auspicio di tutti gli organizzatori, questi incontri dovrebbero rappresentare l’avvio di uno scambio costante tra Università, centri di studio e Nato su temi di sicurezza di rilevanza sia politica sia accademica.

Dalle “Nato Academic Conferences” finora realizzate sono scaturite le seguenti pubblicazioni.

Pubblicazioni Unibo-NATO -IAI