82414 - TEORIE POLITICHE DEL MULTICULTURALISMO

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

L'obiettivo del corso è fornire gli strumenti per un orientamento nelle principali questioni teoriche e pratiche dibattute nell'ambito delle teorie politiche sul multiculturalismo. Al termine del corso, lo studente: - conosce le tensioni e le trasformazioni che tale dibattito produce sulla concettualità politica contemporanea; - conosce le trasformazioni che la questione multiculturale impone alle politiche nazionali e internazionali, in particolare in Occidente; - è in grado di orientarsi entro la pluralità delle questioni trattate nel dibattito; - è in grado di utilizzare gli strumenti di analisi propri della concettualità storico-politica.

Programma/Contenuti

Il corso è dedicato all'analisi della questione del multiculturalismo da un punto di vista filosofico-politico e storico-politico. In particolare, si sonderà l'ipotesi che il multiculturalismo possa essere indagato come un importante punto di osservazione, attraverso il quale riflettere sullo statuto concettuale e la tenuta storica del sistema della sovranità statuale e dei concetti politici che ad essa ineriscono (libertà, uguaglianza, rappresentanza, soggettività politica, costituzione, nazione, guerra, confini, ecc.). In questo senso multiculturalismo può essere letto come una specificazione di questioni di più ampio respiro, vale a dire come il nome contemporaneo dato all'emergere di conflitti, identitari e non, in uno spazio politico nuovo, in cui non è più chiaramente definibile, e dunque ordinabile, la differenza fra interno e esterno, noi e gli altri, dimensione nazionale e dimensione internazionale, differenza che era invece stata costitutiva dello spazio politico della sovranità. Affronteremo perciò i principali concetti politici che le teorie sul multiculturalismo discutono e analizzeremo i diversi significati che il termine multiculturalismo assume in Europa e in America. Infine, il corso intreccerà le questioni sollevate dalle teorie politiche multiculturali con il dibattito contemporaneo su temi quali tolleranza, diritti, razza e razzismo, identità e differenza, cultura e culture, migrazioni.

Testi/Bibliografia

Qui di seguito si dà l'indicazione di una serie di letture che costituiscono la base di partenza per preparare le presentazioni e i papers che verranno richiesti agli studenti frequentanti il corso.

1) I concetti del multiculturalismo:

F. Fistetti, Multiculturalismo. Una mappa tra filosofia e scienze sociali, Torino, Utet Università, 2008

W. Kymlicka, La cittadinanza multiculturale, Bologna, Il Mulino, 2005

C. Taylor, Multiculturalismo: la politica del riconoscimento, Milano, Anabasi, 1993

J. Habermas – C. Taylor, Multiculturalismo. Lotte per il riconoscimento, Milano, Feltrinelli, 1999

M.L. Lanzillo, Il multiculturalismo, Roma-Bari, Laterza, 2005 (anche in versione e pub su www.laterza.it)

Il multiculturalismo: ideologie e sfide, a c. di C. Galli, Bologna, Il Mulino, 2006

E. Balibar, Cittadinanza, Torino, Bollati Boringhieri, 2012

F. Laplantine, Identità e métissagge: umani al di là delle appartenenze, Milano, Eleuthera, 2004

J. Rawls, Liberalismo politico, Torino, Einaudi, 2012

P. Consorti, Conflitti, mediazione e diritto interculturale, Pisa, Pisa University Press, 2013

G. Crowder, Theories of multiculturalism: An Introduction, Cambridge, Polity Press, 2013

Multiculturalism Rethought. Interpretations, Dillemmas and New Directions, ed. by V. Uberoi - T. Modood, Edinburgh, Edinburgh University Press, 2015.

2) Il multiculturalismo in America

S. Benhabib, La rivendicazione dell'identità culturale. Eguaglianza e diversità nell'era globale, Bologna, Il Mulino, 2005

D. Hollinger, Postethnic America. Beyond Multiculturalism, New York, Basic Books, 2000 (nuova ed.)

W. Kymlicka, Finding our way: rethinking ethnocultural relations in Canada, Toronto, Oxford University Press, 1998

W. Kymlicka, Politics in the Vernacular: Nationalism, Multiculturalism and Citizenship, Oxford, Oxford University Press, 2001

W. Kymlicka, Multicultural odysseys: navigating the new international politics of diversity, Oxford-New York, Oxford University Press, 2007

M. Walzer, Sulla tolleranza, Roma-Bari, Laterza, 2003

3) Il multiculturalismo in Europa

G. Baumann, L'enigma multiculturale. Stati, etnie, religioni, Bologna, Il Mulino, 2003

T. Modood, Multiculturalism: a civic idea, Cambridge, Polity Press, 2013 (nuova ed. ampliata)

P. Savidan, Il multiculturalismo, Bologna, Il Mulino, 2010

E. Vitale, Liberalismo e multiculturalismo. Una sfida per il pensiero democratico, Roma-Bari, Laterza, 2000

J. Habermas, L'inclusione dell'altro: studi di teoria politica, Milano, Feltrinelli, 2008 (nuova ed.)

I. Buruma, Assassinio a Amsterdam. I limiti della tolleranza e il caso Theo Van Gogh, Torino, Einaudi, 2007

K. Malik, Multiculturalism and its Discontents. Rethinking diversity after 9/11, The University of Chicago Press, 2013.

Challenging Multiculturalism. European models of diversity, ed. by R. Taras, Edinburgh, Edinburgh University Press, 2013.

A. Ulbricht, Multicultural Immunisation: Liberalism and Esposito, Edinburgh, The Edinburgh University Press, 2014.

4) Diritti e multiculturalismo

S. Muller Okin, Diritti delle donne e multiculturalismo (1999), a cura di J. Cohen – M. Howard – M. Nussbaum, ed. it. a cura di A. Besussi – A Facchi, Milano, Raffaello Cortina Editore, 2007

W. Kymlicka, La cittadinanza multiculturale, Bologna, Il Mulino, 2005

L. Baccelli, In a Plurality of Voices. Il genere dei diritti, fra universalismo e multiculturalismo, in «Ragion pratica», 2004, n. 2, pp. 483-502

«Ragion pratica», 2013, n. 1, parte monografica Multiculturalismo, pp. 5-174

S. Benhabib, I diritti degli altri: stranieri, residenti, cittadini, Milano, Raffaello Cortina, 2006

5) La questione culturale

G. Gliozzi, Adamo e il nuovo mondo. La nascita dell'antropologia come ideologia coloniale, Firenze, La nuova Italia, 1977

E.W. Said, Orientalismo: l'immagine europea dell'Oriente, Milano, Feltrinelli, 2001

K.A. Appiah, Cosmopolitismo. L'etica in un mondo di estranei, Roma-Bari, Laterza, 2007.

W. Brown, Regulating Aversion. Tolerance in the Age of Identity and Empire, Princeton-Oxford, Princeton University Press, 2006

B. Parekh, Rethinking Multiculturalism. Cultural Diversity and Political Theory, Basingstoke-London, Macmillan, 2000

G. Mantovani, Intercultura. È possibile evitare le guerre culturali?, Bologna, Il Mulino, 2004

A. Sen, Identità e violenza (2006), Roma-Bari, Laterza, 2006

H.K. Bhabha, I luoghi della cultura, Roma, Meltemi, 2001

N.G. Canclini, Culturas hibridas: estrategias para entrar y salir de la modernidad, Buenos Aires, Paidos, 2001 (nueva ed.)

P. Gilroy, Dopo l'impero: melanconia o cultura conviviale?, Roma, Meltemi, 2006

S. Hall, Il soggetto e la differenza. Per un'archeologia degli studi coloniali e postcoloniali, Roma, Meltemi, 2006

Ulteriori letture potranno essere assegnate dal docente nel corso delle lezioni.

Studenti non frequentanti

La bibliografia che gli studenti non frequentanti devono portare all'esame è molto diversa e tiene in considerazione il fatto che lo studente non ha seguito le lezioni del docente. Pertanto, gli studenti non frequentanti sono tenuti ad incontrarsi almeno una volta con i docenti, per prendere conoscenza del programma a loro riservato.

Metodi didattici

Il corso è articolato in 20 incontri (due a settimana) di due ore ciascuno. Si suddivide in lezioni frontali e in momenti seminarial. È richiesta la partecipazione attiva degli studenti che frequentano con regolarità le lezioni, perché verrà loro chiesto di:

- discutere in aula i temi che vengono di volta in volta proposti dalla docente

- organizzare lavori di gruppo

- presentare e discutere con i colleghi lavori su temi specifici assegnati all'inizio del corso.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Le modalità di verifica sono differenti nel caso si tratti di studente frequentante o studente non-frequentante. Si ricorda che è considerato studente frequentante chi frequenta almeno il 70% delle lezioni.

Studenti frequentanti

La valutazione complessiva dell'apprendimento dello studente frequentante si baserà sia sulla valutazione in fieri della qualità della partecipazione consapevole durante le lezioni (50%) sia sulla conoscenza delle principali linee interpretative e critiche proprie del dibattito teorico-politico sul multiculturalismo, sulla capacità di articolare un ragionamento logico e conseguente e di difendere le proprie tesi così come emergeranno nel corso delle presentazioni richieste ad ogni studente (50%) .

Studenti non frequentanti

Per gli studenti non frequentanti la verifica dell'apprendimento si svolge attraverso un colloquio orale volto a sondare la capacità dello studente circa l'analisi, la critica e il controllo complessivo dei concetti e dei problemi affrontati nella preparazione dell'esame. La valutazione si baserà tutta (100%) sulle conoscenze e capacità dimostrate durante la prova orale.

Strumenti a supporto della didattica

video e film

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Maria Laura Lanzillo