82143 - LABORATORIO SU SMART CITIES E SMART DEVELOPMENT

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Development L'obiettivo formativo di questo laboratorio è quello di introdurre e discutere i concetti di sviluppo “smart” e di “smart cities”. La strategia di sviluppo “smart”, in quanto processo di apprendimento per scoprire gli ambiti di ricerca e di innovazione in cui una regione può sperare di eccellere, rappresenta un processo di sviluppo endogeno, applicabile, in linea di principio, a regioni che non sono necessariamente leader dal punto di vista del cambiamento. Un processo di specializzazione “smart” richiede un percorso “bottom-up” basato su apprendimento tecnologico e conoscenza tacita che consenta agli imprenditori di esplorare nuove opportunità per future specializzazioni che tengano in debito conto le risorse (materiali e intangibili) localmente disponibili. Lo studente alla fine del laboratorio è in grado di : discutere i processi di sviluppo analizzati in rapporto al cambiamento tecnologico o alla capacità di innovare; - specializzarsi su un percorso “bottom-up” nello sviluppo "smart".

Programma/Contenuti

Un insegnamento facente parte di un corso di laurea magistrale deve saper offrire approfondimenti di contenuti e metodi già noti agli studenti nel contesto di una loro partecipazione attiva all'attività didattica. Per tale ragione, nella misura in cui ciò è possibile, vengono chiamati a collaborare all'attività didattica più studiosi ed esperti. Essa è articolata in quattro sezioni, una parte rilevante dei quali, dopo alcune ore riservate all'approfondimento generale, viene dedicata alla presentazione e alla discussione in aula dei lavori predisposti dagli studenti seguendo le indicazioni bibliografiche dei docenti.

1. Introduzione

Presentazione dell'insegnamento e del questionario

Metodo di lavoro e test dei contenuti

2. Smart development

Evoluzione del paradigma di sviluppo economico e politica industriale nella UE

Nozione di Smart Specialization e di Smart city

Come concettualizzare il paradigma di Smart Development

Frammentazione produttiva, unboundling, off-shoring

Implicazioni su distretti industriali e loro persistenza, sostenibilità, trasferibilità

Cluster e reti d'impresa

3. Smart Community

Nozione di Smart Network e Collective Learning

Come concettualizzare il paradigma di Smart Community

Smart Development e politica industriale nella Regione Emilia-Romagna

4. Misurazione e applicazioni allo sviluppo locale

Indicatori di smartness nel contesto urbano europeo

Smart Development e politica industriale nella Regione Emilia-Romagna

Smart Development e politica industriale nella Regione Lombardia

Smart specialization e smart cities nel Mezzogiorno: elementi di forza e di criticità

Casi di studio sul Mezzogiorno d'Italia

Testi/Bibliografia

Il testo di riferimento è:

G. Antonelli and G. Cappiello (eds.) (2016), Smart development in smart communities, London, Routledge.

Per la preparazione di ciascuna sezione verranno indicati a lezione i capitoli da studiare.

Metodi didattici

Gli studenti verranno attivamente impegnati in lavori individuali e di gruppo che verranno presentati in aula.

L'insegnamento si avvale della collaborazione di studiosi ed esperti in vari campi di studio.

E' bene che lo studente abbia seguito, anche nel corso della laurea triennale, almeno due insegnamenti di materia economica e uno di lingua inglese.

Ulteriori ed eventuali modifiche, aggiornamenti e letture integrative o sostitutive verranno comunicati nel corso delle lezioni.

Durante il ricevimento, potranno essere rispiegate o approfondite parti del programma.

La collaborazione del personale delle biblioteche è utile sia nel reperimento della documentazione di base, sia alla ricerca di bibliografia su argomenti specifici.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Le prove d'esame mirano a verificare il raggiungimento da parte degli studenti dei seguenti obiettivi didattici:

  • conoscenza delle diverse teorie riguardanti lo smart development;
  • conoscenze necessarie nell'analisi e nella valutazione di problemi e progetti riguardanti lo sviluppo dei sistemi economici locali e urbani;
  • capacità di applicare i principali metodi di valutazione delle politiche di sviluppo locale e dei progetti di investimento ad esse associati.

L'esame prevede una prova scritta e viene valutato in trentesimi.

Gli studenti che frequentano regolarmente le lezioni potranno svolgere una o più presentazioni orali con l'ausilio di diapositive appositamente predisposte, aventi ad oggetto singole parti dei moduli in cui si articola il programma. Tutte le presentazioni verranno commentate e discusse in aula.

Strumenti a supporto della didattica

Oltre al ricevimento, in cui possono essere rispiegate o approfondite parti del programma, viene utilizzata la posta elettronica anche per chiarimenti e spiegazioni.

L'utilizzo guidato di siti web può essere particolarmente utile nella ricerca di documentazione e di dati su temi specifici.

La collaborazione del personale delle biblioteche è utile sia nel reperimento della documentazione di base, sia alla ricerca di bibliografia su argomenti specifici.

Link ad altre eventuali informazioni

https://www.unibo.it/sitoweb/gilberto.antonelli/cv http://www.sdic-school.org/

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Gilberto Antonelli