03495 - SOCIOLOGIA ECONOMICA E DEL LAVORO

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente: - conosce alcune delle principali tematiche attinenti la qualità ed il funzionamento della vita economica a partire da una prospettiva di analisi sociologica e interdisciplinare - possiede un quadro conoscitivo complessivo del rapporto dinamico tra economia e società - sa utilizzare alcuni concetti e strumenti di analisi che la sociologia economica ha nel tempo individuato per spiegare le azioni e le pratiche produttive, sottolineando di volta in volta la centralità delle relazioni sociali, delle istituzioni sociali e dei loro rispettivi ruoli e reciproche influenze. Al termine del corso, lo studente inoltre: - possiede un quadro conoscitivo complessivo dello sviluppo della sociologia industriale e del lavoro, - conosce i temi della trasformazione del lavoro, dei significati sociali ad esso legati, - conosce i concetti teorici fondamentali sui temi affrontati nelle teorie classiche e contemporanee del lavoro, - conosce e sa riconoscere le differenti prospettive interpretative impiegate nell'analisi delle questioni sociolavoriste oggi emergenti (in primis: precarietà e flessibilità, crisi del lavoro salariato, emergenza della conoscenza come risorsa produttiva fondamentale).

Programma/Contenuti

Il corso intende stimolare nello studente la formazione di una prospettiva interpretativa sul mondo del lavoro, sulle più recenti trasformazioni del capitalismo e sulle sue più rilevanti criticità sociali. Quest'obiettivo si perseguirà principalmente attraverso la presentazione agli studenti delle principali acquisizioni teoriche e metodologiche proposte dalla sociologia economica e del lavoro, non temendo di prendere in considerazione anche le argomentazioni delle discipline che con quest'ultime si confrontano per tangenza tematica e/o metodologica. A questo scopo saranno, in primo luogo, argomentate e introdotte agli studenti alcune coordinate teorico-metodologiche di fondamento della disciplina socio-lavorista per poi incentrare la riflessione su alcuni specifici problemi sociali oggi emergenti nel panorama economico contemporaneo, a partire dalla crisi del lavoro e della società capitalistica. Per quanto riguarda la metodologia didattica, le lezioni di base del docente potranno essere accompagnate da altre attività come: proiezione di film, seminari ed interventi di esperti e o accademici di altre Università. Il corso pone al centro delle sue articolazioni tematiche “il lavoro” (e la sua crisi) considerato in tutte le sue nuove dimensioni e forme sociali. Queste ultime tendono oggi ad assumere modalità inedite all'interno di quella che viene ormai dai più definita società postfordista. In particolare, a fronte di una prospettiva di sviluppo economico che appare sempre più critica e sempre meno automaticamente accompagnata da una crescita dell'occupazione, è divenuto ancora più rilevante, comprendere a fondo le trasformazioni soggettive ed oggettive del lavoro e le modalità inedite e competitive attraverso cui quest'ultimo è oggi organizzato nel capitalismo globale.
Il corso si propone l'obiettivo di analizzare, a partire dalla crisi della Società salariale, la soggettività capitalistica contemporanea, tematizzando, da diverse angolazioni interpretative e in modo interdisciplinare, le profonde trasformazioni che coinvolgono oggi il mondo produttivo e le sue modalità inedite di organizzazione della norma produttiva. Particolare attenzione infine sarà dedicato a chiarire le trame del cosiddetto paradigma neoliberale e dell'esercizio del potere, ad esso consustanziale, cosiddetto governamentale. Infine l'ultima parte del corso sarà dedicata all'approfondimento del concetto di sfruttamento e delle sue articolazioni nel capitalismo contemporaneo.

Testi/Bibliografia

1) P. Dardot e C. Laval, La nuova ragione del mondo. Critica della razionalità neoliberista, DeriveApprodi, Roma, 2013 (I capitoli: prefazione, 1, 2, 5, 6, 8, 10, 11, 12, 13, e conclusioni). 2) Chicchi F., Simone A., La società della prestazione, Ediesse, Roma, 2017. 3) F. Chicchi, E. Leonardi, S. Lucarelli, Logiche dello sfruttamento. Oltre la dissoluzione del rapporto salariale, ombre corte, Verona, 2016.
4) Karl Marx, Libro primo, Capitolo VI inedito. Risultati del processo di produzione immediato, Etas, Milano, 2002.

Il programma per gli studenti frequentanti potrà seguire variazioni che saranno comunicate durante il corso dal docente.

Metodi didattici

Il corso sarà incentrato principalmente sulle lezioni frontali del docente. Sono previste inoltre attività seminariali dove interverranno esperti e cultori della materia. Saranno anche proposti video e filmati per meglio introdurre gli studenti ai temi del corso.

In ogni caso sul piano metodologico s'intende sottolineare la rilevanza che verrà data ai paradigmi e alle chiavi di lettura necessari per la comprensione dei problemi rispetto ai contenuti analitici dei medesimi; si intende cioè far acquisire agli studenti abilità trasversali e metodologiche di comprensione dei temi sociolavoristi fornendoli di una, per quanto possibile ricca e transdisciplinare, cassetta degli attrezzi .

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica della preparazione degli studenti per questo insegnamento sarà in forma orale. Non sono previste prove intermedie.
Per i frequentanti è previsto un pre-appello a loro dedicato che si terrà immediatamente dopo il termine delle lezioni.

Strumenti a supporto della didattica

Gli studenti potranno recuperare informazioni e materiale didattico di supporto al corso presso i siti web predisposti dall'Ateneo a questo scopo.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Federico Chicchi