74982 - COMPARATIVE JUDICIAL SYSTEMS

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

At the end of the course the student will be able to analyse in a comparative way the main elements of the judicial systems, their interactions, to relate them to the role played by courts in the political system, including the analysis of individual rulings, and to assess the perspectives of change in different political contexts.

Programma/Contenuti

Oggi, un numero sempre maggiore di paesi si trova ad affrontare un'espansione senza precedenti del potere giudiziario: sempre più decisioni sono trasferite dai poteri legislativo ed esecutivo a quello giudiziario. Si tratta di un processo che è stato denominato "la giudiziarizzazione della politica". Il corso analizza i caratteri del fenomeno ed il suo impatto sul sistema politico. Perciò, vengono analizzati il ruolo del giudice e l'intera struttura del sistema giudiziario. Specifica attenzione è dedicata al reclutamento, la formazione e l'indipendenza di giudici e pubblici ministeri e alle relazioni istituzionali fra sistema giudiziario e sistema politico. Le differenti concezioni del ruolo del giudice sono analizzate e le loro conseguenze valutate. Specifici casi, tratti da sistemi giudiziari nazionali e sovranazionali, sono presentati e discussi. Infine, il ruolo complessivo del sistema giudiziario in vari sistemi politici e le prospettive di evoluzione vengono considerate. In particolare, verranno trattati i seguenti argomenti:

1. Introduzione. L'espansione globale del potere giudiziario: caratteri generali.

2. Rendere giustizia ed il ruolo del giudice nello stato costituzionale.

3. Valutare il potere giudiziario: il sistema giudiziario e l’accesso.

4. Valutare il potere giudiziario: le prerogative del giudice.

5. Valutare il potere giudiziario: la magistratura.

6. Modelli di decisione giudiziaria e il ruolo del giudice.

7. Teorie del potere giudiziario.

8. I sistemi di common law: Stati Uniti ed Inghilterra

9. I sistemi di civil law dell'Europa occidentale.

10. Democrazie in transizione e consolidamento: l’Europa dell'Est.

11. Democrazie in transizione e consolidamento: America Latina.

12. Il sistema giudiziario nei regimi autoritari e totalitari.

Testi/Bibliografia

‑ Baum, L. (2006), Judges and Their Audiences, Princeton, Princeton UP, chap. 1.

- Cappelletti M. (1989), The Judicial Process in Comparative Perspective, Oxford, Oxford UP, especially pp. 115-149 .

‑ Guarnieri C. (2012), Judges, Their Careers and Independence, in D.S. Clark (ed.), Comparative Law and Society, Cheltenham, Elgar.

- Guarnieri C. and Pederzoli P. (2002), The Power of Judges, Oxford, Oxford UP.

‑ Hirschl R. (2008), The Judicialization of Politics, in K.E. Wittington et al. (eds.), The Oxford Handbook of Law and Politics, Oxford UP, pp. 119‑141.

- Ingram M.C. (2015), Judicial Power in Latin America, in “Latin American Research Review”, Volume 50, Number 1, pp. 250-260.

- Kapiszewski D., Kagan R. and G. Silverstein (eds.) (2013), Consequential Courts. Judicial Roles in Global perspectives, Cambridge, Cambridge UP, pp. 380-397.

‑ Kelemen D. (2012b), Eurolegalism and Democracy, JCMS 2012 Volume 50. Number S1. pp. 55-71.

- Langer M. (2014), The Long Shadows of the Adversarial and Inquisitorial Categories, in M. D. Dubber and T. Hoernle (eds.), Handbook of Criminal Law, Oxford UP.

- Moustafa T. (2014), Law and Courts in Authoritarian Regimes, in “Annual Review in Law and Social Sciences”, X, pp. 281-299.

- Shapiro M. (2003), Judicial Review in Developed Democracies, in “Democratization”, X, n.4, pp. 7-26.

- Shapiro M, (2013), Judicial Independence: New Challenges in Established Nations, in “Indiana Journal of Global Legal Studies”, XX, n.1, pp. 253-277.

‑ Vanberg G. (2008), Establishing and Maintaining Judicial Independence, in K.E. Wittington et al. (eds.), The Oxford Handbook of Law and Politics, Oxford UP, pp. 99‑118.

Metodi didattici

Agli studenti si richiede di leggere le letture consigliate, partecipare attivamente alle discussioni in classe e di preparare l'analisi di un caso. Possono scegliere fra:

- l'analisi di uno specifico sistema giudiziario e delle sue relazioni con il sistema politico;

- o l'analisi di una decisione giudiziaria - o di un insieme di decisioni - mettendone in luce il contenuto, il suo impatto politico e le reazioni suscitate nei principali attori politici;

- gli studenti sono anche invitati a commentare il rilievo del caso per le relazioni fra giustizia e politica da un punto di vista descrittivo, esplicativo o normativo.

L'analisi verrà prima presentata oralmente nella seconda parte del corso. Il testo (3000-5000 parole) dovrà essere inviato al docente prima della fine delle lezioni.

Gli studenti che non possono presentare l’analisi durante il corso - o frequentare regolarmente le lezioni - devono partecipare alle due prove scritte che si terranno all'incirca a metà e alla fine del corso sui temi e le letture già discusse in classe.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Il voto finale si baserà su:

- partecipazione alle discussioni in classe (25%)

- presentazione orale (25%)

- relazione scritta (50%)

Per coloro che partecipano alle prove scritte il voto finale risulterà dalla media dei voti delle due prove.

Strumenti a supporto della didattica

Sono previste diapositive in Power Point. Le letture consigliate verranno rese accessibili.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Carlo Antonio Guarnieri Calbo Crotta