49482 - COMUNICAZIONE SOCIALE

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente: - conosce i fondamenti della comunicazione sociale e di pubblica utilità e il suo sviluppo nel nostro paese; - conosce e sa applicare i linguaggi e gli strumenti della comunicazione sociale; - conosce e sa applicare le tecniche di valutazione dell'efficacia di una campagna di comunicazione sociale.

Programma/Contenuti

Il corso analizza lo sviluppo della comunicazione sociale in Italia in relazione a quattro principali aspetti: i soggetti;gli strumenti; gli stili e i linguaggi; la valutazione dell'efficacia. Un modulo è dedicato all'analisi della comunicazione dell'umanitario, con particolare riferimento alla rappresentazione sociale dei migranti, al centro negli ultimi anni di un vivace dibattito sociologico.

Si prevede, oltre alle lezioni frontali, l'organizzazione di momenti seminariali con ospiti esterni che presenteranno esperienze di comunicazione sociale in aree di intervento dei servizi sociali quali: immigrazione, violenza sulle donne, dipendenze, ...

Le lezioni si svolgono nel I semestre.

Testi/Bibliografia

Per gli studenti frequentanti:

  1. Cucco E., Pagani R., Paquali M., Primo rapporto sulla comunicazione sociale in Italia, Rai-Eri, 2005, capitoli 1, 3, 5 e 7, Intervento Alberto Contri, Estratto scaricabile in pdf su AMS Campus, tra il materiale didattico dell'insegnamento.
  2. Dispensa Comunicazione sociale  (materiale scaricabile su AMS Campus)
  3. Musarò P., Parmiggiani P. (a cura di), Media e migrazioni. Etica, estetica e politica del discorso umanitario, Franco Angeli, Milano, 2014 (tranne gli ultimi due saggi).

Per gli studenti non frequentanti:

  1. Cucco E., Pagani R., Paquali M., Primo rapporto sulla comunicazione sociale in Italia, Rai-Eri, 2005, capitoli 1, 3, 5 e 7 + Interventi, Estratto scaricabile in pdf su AMS Campus, tra il materiale didattico dell'insegnamento.
  2. La Rocca G., Percorsi di comunicazione sociale. Teorie, strumenti, idee, Carocci, Roma, 2015.
  3. Musarò P., Parmiggiani P. (a cura di), Media e migrazioni. Etica, estetica e politica del discorso umanitario, Franco Angeli, Milano, 2014.

Per gli studenti di Gruppi seminiariali e di ricerca mirati II (debito d'esame):

1.   Gadotti G. (a cura di), La comunicazione sociale. Soggetti, strumenti e linguaggi, Arcipelago Edizioni, Milano, 2001, dal capitolo 1 al capitolo 9 (inclusi).

2.   Cucco E., Pagani R., Pasquali M. (a cura di), Primo rapporto sulla comunicazione sociale in Italia, OCCS, RAI-ERI, Roma, 2005, capitoli: 1,3,4, 5,7, Interventi, Inverviste, Estratto scaricabile in pdf su AMS Campus, tra il materiale didattico dell'insegnamento.

Metodi didattici

Nelle lezioni si alternano momenti di didattica frontale a momenti di confronto e discussione con gli studenti. Le lezioni frontali sono inoltre integrate da seminari con la partecipazione di ospiti esterni.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento avverrà tramite colloquio orale individuale basato sui testi di riferimento per l'esame, volto a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione.

In alternativa alla monografia sul tema "Media e migrazioni", gli studenti frequentanti possono preparare un paper e/o una presentazione power point, su un tema concordato con la docente, da presentare durante una lezione e oggetto di discussione durante l'esame finale.

Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l'uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.
Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l'uso di un linguaggio appropriato.
Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l'uso di un linguaggio non appropriato.
Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l'uso di un linguaggio non appropriato.

Strumenti a supporto della didattica

Slide, filmati, ospiti esterni

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Paola Parmiggiani