57802 - DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente: comprende i meccanismi di funzionamento del sistema comunitario e le interazioni tra competenze comunitarie e nazionali in relazione alle principali politiche oggetto del processo di integrazione europea; conosce il ruolo delle diverse Istituzioni europee; conosce l'impatto delle decisioni comunitarie sui comportamenti delle amministrazioni nazionali e delle imprese; è in grado di valutare, in relazione a singole situazioni, quali siano le competenze comunitarie e quali quelle dei diversi livelli dell'amministrazione statale; possiede strumenti di valutazione degli avvenimenti comunitari, interpretando il linguaggio sempre approssimativo e spesso fuorviante dei media.

Programma/Contenuti

Il corso si prefigge di studiare gli aspetti più rilevanti dell'integrazione europea, con particolare riguardo al funzionamento e all'attività della Comunità europea, che costituisce il primo pilastro dell'Unione.

L'approccio - compatibilmente con la struttura di un corso universitario - sarà il più possibile pratico, in modo da fornire strumenti metodologici adeguati a chi intenda successivamente dedicarsi anche professionalmente ai temi comunitari. Il corso é articolato in tre moduli di pari durata, che affronteranno le tematiche seguenti:

I modulo: Il ruolo delle istituzioni nel processo decisionale ed i rapporti tra Istituzioni europee ed amministrazioni nazionali
Il Corso darà per scontata la conoscenza di base della struttura istituzionale dell'U.E., nonché delle caratteristiche degli atti normativi comunitari. Saranno tuttavia ripresi alcuni temi, per approfondire, in particolare, i rapporti tra le Istituzioni europee e le amministrazioni nazionali, al diverso livello nell'ambito del processo decisionale.

II modulo: Il mercato unico
La comunità economica europea é nata con lo scopo di realizzare un mercato comune, ove sia garantita la libera circolazione delle merci, delle persone, dei capitali e dei servizi. Obiettivo di questo modulo sarà l'esame di come ciò è stato realizzato e di cosa ciò significhi per gli operatori economici e per i cittadini.

III modulo: Sviluppo e concorrenza
La politica comunitaria di coesione economica e sociale deve trovare un equilibrio con i principi del libero mercato. Questa parte del corso sarà dedicata allo studio dei meccanismi dei Fondi strutturali e delle politiche di coesione da un lato ed alla disciplina comunitaria degli aiuti di Stato dall'altro.


Testi/Bibliografia

G. TESAURO, Diritto dell'Unione europea, Padova, CEDAM, 2012

C.E. BALDI, Se questo è mercato..., Gli aiuti di Stato in un'Europa tecnocratica, Napoli, Editoriale Scientifica, 2014


Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica avverrà attraverso un esame orale


Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Carlo Eugenio Baldi