72603 - VALUTAZIONE DELLE POLITICHE PER LA SICUREZZA SOCIALE

Scheda insegnamento

  • Docente Leonardo Altieri

  • Crediti formativi 8

  • SSD SPS/07

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 26/02/2018 al 29/05/2018

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente conosce prima di tutto la metodologia della ricerca-valutazione applicata ai programmi e agli interventi in campo sociale e i paradigmi teorici di riferimento; è in grado di analizzare criticamente i vari tipi di metodologie per la rilevazione dell'efficacia degli interventi, della qualità percepita e della soddisfazione del cittadino, nonché le modalità principali di partecipazione sociale dei cittadini, delle loro associazioni e delle organizzazioni di volontariato alla gestione degli interventi, rilevandone punti di forza e di debolezza; è in grado di applicare tecniche specifiche per la rilevazione dell'efficacia e della qualità delle politiche di prevenzione, re-integrazione e, più in generale, degli interventi per la sicurezza sociale. Più in particolare lo studente si confronta con i principali studi valutativi nel campo delle politiche per la sicurezza, la prevenzione e la re-integrazione sociale e apprende gli approcci e le tecniche più idonee e valide in relazione a queste specifiche tematiche.

Programma/Contenuti

La ricerca-valutazione è oggi una priorità per chi lavora (o intende lavorare) nel campo degli interventi sociali, sanitari, educativi. La valutazione è centrale per professionisti ed operatori. La valutazione dell'efficacia e della qualità dei servizi è al centro delle competenze professionali. Spesso è richiesta nelle procedure di concorso o di assunzione in questi settori. E' infatti aspetto basilare nel progettare e implementare programmi, servizi e interventi in sanità, assistenza, educazione.

A partire da un excursus storico sullo sviluppo della cultura della qualità nelle società avanzate, si giungerà a delineare le specificità della valutazione della qualità organizzativa e relazionale in ambito sociale e sanitario. Si indicheranno e si sottoporranno ad analisi critica i principali approcci teorici. Si fornirà inoltre un'approfondita conoscenza del contesto delle politiche di welfare, con particolare riferimento ai servizi sociali e sanitari e in relazione alle indagini sulla soddisfazione del cittadino: riferimenti normativi, accadimenti storici, strumenti di tutela e modalità di comunicazione.

Verranno presentate le principali tecniche di valutazione, da quelle cosiddette “quantitative” a quelle “etnografiche-qualitative”; cioè:

- sistemi di indicatori

- survey di customer satisfaction e non

- interviste non strutturate

- osservazione etnografica

- tecniche di gruppo (focus group, brain storming, NGT, ecc.)

- esperimenti randomizzati e controllati

- altre tecniche di valutazione (eventi-sentinella, analisi di reclami, ecc.)

Ci si soffermerà quindi sui diversi modelli di ascolto e partecipazione dei cittadini e delle loro associazioni di tutela e volontariato in sede valutativa, con particolare riferimento alle politiche per la prevenzione e la re-integrazione sociale.

Testi/Bibliografia

Due testi da portare.

Il testo base è :

L. Altieri, Valutazione e Partecipazione. Per una metodologia interattiva e negoziale, FrancoAngeli, Milano, 2009 (capitoli da studiare: 1, 3, 4, 7, 8, 9, 10, 11).

Inoltre si porterà il seguente testo contenente esempi applicativi di valutazione (capp. III, IV, V e VI):

L. Altieri (2012), Interventi per i giovani. Progettazione e valutazione di osservatori, centri di ascolto, consultori, informagiovani, laboratori, Faenza: Homeless Book  [è possibile acquistare il testo in eBook su homelessbook.it e sui principali eBook store nazionali (ad es. IBS.it); acquistando gli eBook su homelessbook.it è possibile inoltre usufruire della lettura in streaming, sia tramite PC che dispositivo portatile, tablet, smartphone, ecc. Per info: info@homelessbook.it]

A integrazione potranno essere utilmente consultati anche i seguenti testi (che comunque non sono obbligatori; la loro lettura aumenterà il punteggio all'esame):

- C. Cipolla, G. Giarelli, L. Altieri (a cura di), Valutare la qualità in sanità. Approcci, metodologie e strumenti, Angeli, Milano, 2002; [in particolare i capp. 1 (Ardigò), 2 (Vicarelli) , 4 (Altieri), 5 (Giarelli), 6 (Maturo)];

- L. Bernardi, Percorsi di ricerca sociale. Conoscere, decidere, valutare, Carrocci, Roma, 2005;

- C. Bezzi, Il disegno della ricerca valutativa, Angeli, Milano, 2003;

- C. Bezzi, I. Baldini, Il brain storming. Pratica e teoria, Angeli, Milano, 2006;             

- L. Altieri, M. A. Nicoli, V. Sturlese (a cura di), La sanità dei cittadini, Milano, FrancoAngeli, 2011; (pp. 220). (numero monografico della rivista "Salute e Società").

- V. L. Zammuner,I focus group, Bologna, Il Mulino, 2003.

- S. Corrao, Focus group, Milano, FrancoAngeli, 2002.

Metodi didattici

Lezioni in aula, eventualmente integrate con la presentazione di esperienze di studi valutativi.

Anche gli studenti potranno contribuire con relazioni teoriche o su tirocini in cui si facciano esperienze di valutazione. Di tale lavoro si terrà conto al momento dell'esame.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame avverrà in forma SCRITTA (salvo diversa indicazione durante le lezioni) negli appelli indicati nel calendario di facoltà.

L'esame riguarderà i concetti principali, la metodologia e le tecniche di valutazione; in particolare:

- oggetto, scopi e sviluppo degli studi valutativi

- dal bisogno al servizio

- i momenti della valutazione

- gli attori della valutazione e il loro ruolo

- programmazione e valutazione

- operazionalizzazione degli obbiettivi

- imput, process, output, outcome

- condizioni e abusi nella valutazione

- la partecipazione nei servizi sociali e sanitari

- i diversi modelli di partecipazione

- esperienze di partecipazione

- generazioni di valutatori

- accountability e monitoraggio

- scelte metodologiche e tipologie di tecniche

- tecniche di misurazione, di sperimentazione, di monitoraggio, di analisi

- tecniche di gruppo e giudizio di esperti

- sondaggi per la valutazione

- tecniche dell'osservazione, dell'intervista, della narrazione

- esperienze di valutazione (lettura o altro)

- altri temi come da testi indicati

Chi avesse esperienze di studi valutativi può eventualmente relazionarne all'esame, integrando i testi ufficiali. Si terrà conto anche di eventuali relazioni e lavori svolti dagli studenti durante il corso.

Strumenti a supporto della didattica

- presentazione di materiale utile per l'apprendimento delle tecniche di valutazione, come questionari, griglie di osservazione, scalette di intervista

- presentazione di materiale operativo in relazione a case study circa interventi specifici

- eventuali articoli, lucidi o slide proposti direttamente dai docenti.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Leonardo Altieri