00932 - STORIA CONTEMPORANEA (M-Z)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente alla fine del corso deve possedere una buona conoscenza della storia politico-istituzionale, saper leggere, in ambito europeo ed extraeuropeo, le trasformazioni storico-politiche ed istituzionali dalla seconda metà dell'Ottocento (anni Sessanta) fino alla Caduta del Muro di Berlino (1989), sia decodificare i collegamenti tra politica interna e politica estera dei diversi paesi analizzati.

Programma/Contenuti

  • La periodizzazione dell’età contemporanea. I concetti base del discorso politico-istituzionale. L’industrializzazione e la società industriale. Il costituzionalismo liberale.

  • Le ideologie politiche

  • I casi nazionali nella seconda metà dell’Ottocento: Italia, Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Germania

  • L’età liberale in Italia: i governi della Destra e della Sinistra storica

  • Le trasformazioni politiche, economiche e sociali in Europa tra Otto e Novecento. Il primo femminismo

  • Il quadro internazionale nella seconda metà dell’Ottocento

  • La prima Guerra Mondiale

  • La Russia: dall’Impero alla Rivoluzione bolscevica

  • Il biennio rosso in Europa e in Italia. L’avvento del fascismo e la Repubblica di Weimar

  • Il regime mussoliniano

  • La Germania nazista

  • La politica internazionale negli anni fra le due guerre mondiali. La guerra civile spagnola

  • La Seconda Guerra Mondiale e la Resistenza in Italia e in Europa

  • Il nuovo mondo bipolare e la Guerra Fredda. La divisione della Germania

  • La Guerra Fredda e le sue crisi negli anni Cinquanta e Sessanta

  • L’Italia repubblicana: dal centrismo degasperiano al centro-sinistra

  • La nascita dello Stato di Israele e la questione mediorientale. La decolonizzazione

  • Il Welfare State e la società del benessere in Europa

  • Gli Stati Uniti e la fine della segregazione razziale. La guerra in Vietnam

  • Il Sessantotto e il secondo femminismo

  • Gli “anni di piombo” in Italia

  • La caduta del Muro di Berlino e la fine della Guerra Fredda


Testi/Bibliografia

PARTE ISTITUZIONALE

1. F. Cammarano, G. Guazzaloca, M.S. Piretti, Storia contemporanea. Dal XIX al XXI secolo, Le Monnier-Mondadori, Milano, 2015. Tutti gli studenti devono preparare i capitoli dall’1 al 15 compresi.

2. S. Cavazza, P. Pombeni (a cura), Introduzione alla Storia contemporanea, Il Mulino, Bologna, 2006. Gli studenti frequentanti devono preparare i seguenti capitoli: IV, V, XIV, XV, XVI, XVII, XVIII, XX, XXI, XXII, XXVI, XXXI, XXXII, XXXIV. Gli studenti non frequentanti devono studiare l’intero volume.

3. Per gli studenti frequentanti sono parte integrante del programma i contenuti delle lezioni del corso.

 

PARTE MONOGRAFICA

- Gli studenti (frequentanti e non frequentanti) devono preparare, per il colloquio orale in sede d’appello d’esame, una monografia a scelta tra quelle indicate nell’elenco.

- Non è necessario informare preventivamente la docente della monografia prescelta.

- Per la prova orale lo studente è invitato a portare con sé la monografia studiata.

- Botta S., Politica e calamità. Il governo dell'emergenza naturale e sanitaria nell'Italia liberale (1861-1915), Soveria Mannelli, Rubbettino, 2013

- Brizzi R., Marchi M., Charles De Gaulle, Bologna, Il Mulino, 2008

- Brizzi R., Marchi M., Storia politica della Francia repubblicana, 1870-2011, Mondadori-Le Monnier, 2011

- Brizzi R., Lazar M., La Francia di Macron, Bologna, Il Mulino, 2017

- Cammarano F., Storia dell’Italia liberale, Laterza, 2011

- Cammarano F., Marchi M. (a cura), Il mondo ci guarda. L'unificazione italiana nella stampa e nell'opinione pubblica internazionali (1859-1861), Le Monnier, 2011

- Cammarano F. (a cura), Abbasso la Guerra! Neutralisti in piazza alla vigilia della Prima guerra mondiale in Italia, Le Monnier 2015

- Cammarano F., Cavazza S. (a cura), Il nemico in politica. La delegittimazione dell’avversario nell’Europa contemporanea, Il Mulino, 2010

- Cento M., Tra capitalismo e amministrazione: il liberalismo atlantico di Nitti, Bologna, Il Mulino, 2017

- Colarizi S., Storia politica della Repubblica. 1943-2006. Partiti, Movimenti, istituzioni, Laterza, 2007

- Conti A., Dirigenti comunisti. Reclutamento, selezione e formazione in una regione rossa, Carocci, 2017

- Corni G., Hitler, Bologna, Il Mulino, 2007 + Breuilly J., La formazione dello Stato nazionale tedesco, Il Mulino, 2004 - I due libri, studiati assieme, costituiscono una monografia.

- Formigoni G., Aldo Moro. Lo statista e il suo dramma, Bologna, Il Mulino, 2016

- Gentile E., La via italiana al totalitarismo. Il partito e lo Stato nel regime fascista, Carocci, 2008

- Guazzaloca G., Una e divisibile. la RAI, la televisione e i partiti negli anni del monopolio pubblico (1954-1975), Mondadori-Le Monnier, 2011

- Guazzaloca G., Storia della Gran Bretagna contemporanea, Mondadori-Le Monnier, 2015

- Laschi G. (a cura di), Memoria d'Europa: riflessioni su dittature, autoritarismo, bonapartismo e svolte democratiche, Angeli, 2012

- Marchi M. Alla ricerca del cattolicesimo politico. Politica e religione in Francia da Petain a de Gaulle, Rubbettino, 2012

- Pombeni P. (a cura), Storia dei partiti italiani, Bologna, Il Mulino, 2016

- Pons S., La rivoluzione globale. Storia del comunismo internazionale 1917-1991, Einaudi, 2012

- Price R., Le rivoluzioni del 1848, Il Mulino, 2004 + Botta S., Gli Stati Italiani preunitari, Archetipo, 2011 (da pag. 11 a pag. 84) - I due libri, studiati assieme, costituiscono una monografia.

- Ragno F., Liberale o populista? Il radicalismo argentino (1930-1943), Bologna, Il Mulino, 2017

- Ridolfi M., Italia a colori. Storia selle passioni politiche dalla caduta del fascismo ad oggi, Le Monnier, 2015

- Romero F., Storia della guerra fredda. L'ultimo conflitto per l'Europa, Torino, Einaudi, 2009

- Santese A., La pace atomica. Ronald Reagan e il movimento antinucleare (1979-1987), Le Monnier, 2016

- Sorba C., Il melodramma della nazione. Politica e sentimenti nell’età del Risorgimento, Roma-Bari, Laterza, 2015

- Testi A., Il secolo degli Stati Uniti, Bologna, Il Mulino 2008


Metodi didattici

Il corso per gli studenti frequentanti è diviso in tre parti. Il primo modulo didattico è finalizzato all’acquisizione dei concetti-base della storia politica e istituzionale e ripercorre gli avvenimenti principali della storia europea ed extraeuropea dai moti del 1848 alla fine del primo conflitto mondiale. Il secondo modulo è incentrato sui regimi totalitari della prima metà del Novecento, sulle dinamiche internazionali tra le due guerre, sulla Seconda Guerra Mondiale e sulle sue immediate conseguenze. Il terzo modulo didattico ripercorre la storia politica dei principali paesi europei ed extraeuropei dagli anni Cinquanta agli anni Novanta del Novecento e si sofferma sulle dinamiche internazionali dello scontro bipolare e della decolonizzazione.

In ogni lezione la docente fornirà un quadro di riferimento generale degli argomenti trattati, anche mediante il supporto di schemi riassuntivi e cronologie (slides).

.


Modalità di verifica dell'apprendimento

Studenti Frequentanti:

- Durante il corso saranno svolte tre verifiche scritte valutative, come controllo dell'apprendimento rispetto al lavoro individuale e a quello svolto in aula. Tali verifiche sono riservate agli studenti che hanno effettivamente frequentato le lezioni; la docente si riserva di raccogliere le firme degli studenti per verificarne la partecipazione.

- Ciascuna prova scritta è articolata in 10 domande a risposta aperta. Il tempo a disposizione è di 45 minuti. Ogni domanda vale tre punti e il punteggio massimo che si può conseguire in ciascuna prova è 30/30. Ogni prova si ritiene superata se lo studente ottiene almeno 18 punti (18/30).

- In caso di esito positivo delle tre verifiche scritte lo studente ha accesso al colloquio orale in sede d’appello d’esame, dove sarà verificato l’apprendimento del contenuto delle lezioni e della monografia scelta.

In caso di esito negativo di una delle tre verifiche scritte lo studente potrà recuperarla in sede d’appello d’esame, tramite un questionario scritto di 10 domande, prima di accedere al colloquio orale. Il tempo a disposizione è di 30 minuti. L'accesso alla prova orale è subordinato al superamento della prova scritta. Qualora si ottenga un voto sufficiente nel questionario di recupero, al colloquio sarà verificato l'apprendimento del contenuto delle lezioni e della monografia scelta.

In caso di esito negativo di due o tre verifiche scritte lo studente, prima di accedere al colloquio in sede d’appello d’esame, dovrà svolgere un questionario scritto (10 domande a risposta aperta) su tutta la parte istituzionale del corso. Il tempo a disposizione è di 30 minuti. L'accesso alla prova orale è subordinato al superamento della prova scritta. Qualora si ottenga un voto sufficiente nel questionario, si potrà accedere al colloquio nel quale sarà verificato l'apprendimento del contenuto delle lezioni e della monografia scelta.

- I voti ottenuti nelle prove parziali del corso restano validi fino all'appello di settembre compreso.

- Gli studenti sono tenuti a presentarsi alle prove scritte, durante il corso e all'appello d’esame, muniti del tesserino universitario.

- Non sarà possibile accedere all’appello d’esame senza previa iscrizione on-line su Almaesami.

 

Studenti Non Frequentanti:

- Gli studenti non frequentanti dovranno preparare autonomamente il programma d’esame, studiando i testi indicati nella parte istituzionale del programma e una monografia tra quelle elencate nella sezione monografica.

- In sede d’appello d’esame la verifica dell’apprendimento avviene tramite un questionario scritto e un colloquio orale, che si svolgeranno nel medesimo giorno (il colloquio potrebbe slittare al giorno successivo qualora gli studenti iscritti all’appello siano in numero molto elevato).

- Il questionario verterà sulla parte istituzionale del programma, ovvero sui testi n.1 e 2 indicati nella Bibliografia. Il questionario sarà articolato in 10 domande a risposta aperta e il tempo a disposizione è di 30 minuti. Solo se si ottiene un esito sufficiente nel questionario si potrà accedere al colloquio orale.

- Il colloquio orale verterà sulla parte istituzionale del programma e sulla monografia scelta dallo studente. Il colloquio sarà valutato sufficiente se lo studente saprà dimostrare di orientarsi nel panorama della storia contemporanea e di aver compreso i contenuti principali della monografia studiata.

- Gli studenti sono tenuti a presentarsi il giorno dell'appello muniti di tesserino universitario e della monografia studiata.

- Non sarà possibile accedere all'appello d’esame senza previa iscrizione on-line su Almaesami.

 

Corso Tutoriale

- È previsto lo svolgimento di un corso tutoriale rivolto principalmente agli studenti lavoratori che sono impossibilitati a seguire le lezioni della docente. Il corso sarà strutturato in una decina di incontri che si svolgeranno nel tardo pomeriggio (indicativamente h. 17-19) una volta alla settimana.

- Anche all’interno del corso tutoriale si svolgeranno tre prove parziali valutative per la verifica della preparazione. Le modalità del corso e di verifica della preparazione saranno comunicate dal tutor in occasione del primo incontro.

- Gli studenti che frequentano il corso tutoriale dovranno svolgere le prove parziali all’interno di esso e non partecipano a quelle del corso della docente.

- I voti ottenuti nelle prove parziali del corso tutoriale resteranno validi fino all’appello di settembre compreso.



Strumenti a supporto della didattica

Computer e videoproiettore

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Giulia Guazzaloca