45208 - POLITICHE DELLA SICUREZZA

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso si propone di fornire le conoscenze necessarie per analizzare i processi di insicurezza urbana ed approfondire le problematiche relative alla prevenzione e al contenimento del crimine. Al termine del corso, lo studente deve essere in grado di svolgere una corretta diagnosi delle problematiche devianti e criminali presenti all’interno delle realtà urbane e di sapere individuare ed utilizzare, tra le strategie di sicurezza esistenti, quelle maggiormente idonee ed efficaci.

Programma/Contenuti

Le società moderne sembrano essere attraversate da un sentimento generalizzato di impotenza rispetto alle nuove minacce che, costantemente, si presentano. Il rapido emergere del problema sicurezza non appare solo collegato all'aggravarsi dei fenomeni criminali, ma anche ad alcuni avvenimenti di portata generale, quali le rapide trasformazioni fisico-sociali delle realtà urbane,  le crescenti difficoltà di relazione, la modificazione delle forme di controllo sociale. Nella sua prima parte, il corso  affronterà le tematiche legate al concetto di rischio, al sentimento di insicurezza ed alla paura della criminalità con particolare riferimento alle conseguenze dannose che possono prodursi all'interno delle società contemporanee. Il corso analizzerà, in un secondo momento, l'evoluzione del controllo sociale attraverso lo studio delle politiche di sicurezza e dell'attività svolta dagli operatori della forza pubblica. A tale fine, verranno ripercorsi i vari modelli riformistici delle polizie occidentali dell'ultimo secolo, sino alle più recenti evoluzioni. 

Testi/Bibliografia

Antonilli A. (2012), Insicurezza e paura oggi, FrancoAngeli, Milano.    
Cipolla C., Antonilli A. (a cura di) (2013), La sicurezza come politica, FrancoAngeli, Milano.  
Ai fini della verifica, inoltre, occorre studiare i seguenti articoli di settore:    
Wilson J.Q., Kelling G. (1982), "Broken windows: The police and Neighborhood Safety", The Atlantic Monthly. (scaricabile al seguente link: http://www.lantm.lth.se/fileadmin/fastighetsvetenskap/utbildning/Fastighetsvaerderingssystem/BrokenWindowTheory.pdf)   
Grant J., Mittelsteadt L. (2004), “Types of gated communities”, Environment and Planning B: Planning and Design, volume 31, pp. 913-930 (https://www.researchgate.net/publication/23541464_Types_of_Gated_Communities)














































Metodi didattici

L'insegnamento si svolge con didattica frontale e si articola in 20 lezioni di due ore ciascuna

Modalità di verifica dell'apprendimento

La prova d’esame è svolta in forma orale e prevede una valutazione in trentesimi. Essa mira a verificare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:

  • fornire agli studenti gli strumenti utili ad analizzare i processi di insicurezza urbana
  • consentire agli studenti di sapere individuare ed utilizzare le strategie preventive e le politiche di sicurezza maggiormente idonee ed efficaci.

Strumenti a supporto della didattica

Lavagna luminosa, pc, videoproiettore.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Andrea Antonilli