13732 - DIRITTO DELL'INFORMAZIONE

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso si propone di offrire agli studenti le conoscenze fondamentali sulla disciplina legislativa in materia di editoria, stampa, televisione e Internet, nonché sulle regole deontologiche del giornalismo. Al termine del corso, lo studente - conosce il quadro normativo e giurisprudenziale del sistema dei media in generale; applica le conoscenze teoriche sul diritto all’informazione alla casistica (sentenze delle Corti, decisioni delle autorità amministrative indipendenti; - è in grado di analizzare la disciplina legislativa che regola il sistema dei media e le regole deontologiche del giornalismo.

Programma/Contenuti

- Origini e fondamento costituzionale della libertà  di espressione nelle democrazie consolidate e nelle democrazie emergenti. Libertà  attiva, passiva e riflessiva di informazione

- Le fonti internazionali e comunitarie e la tutela multilivello della libertà di manifestazione del pensiero e della libertà di informazione

-Art. 21 Cost. it. Limiti impliciti e espliciti alla libertà  di manifestazione del pensiero. Sviluppo tecnologico e tutela dei diritti

- Il diritto di cronaca, critica e satira. Disciplina della stampa. Svolgimento della professione giornalistica

- La radiotelevisione

- Le comunicazioni elettroniche

- Internet

- La disciplina della riservatezza, della privacy e il diritto d'autore 

- L'informazione e la comunicazione delle pubbliche amministrazioni

- Gli organi di governo del sistema

- La comunicazione politica

Testi/Bibliografia

 

STUDENTI FREQUENTANTI

G. Gardini, Le regole dell'informazione. Dal cartaceo al bit, Giappichelli Editore, 2017 (in uscita a fine settembre) TRANNE il capitolo su "Lo spettacolo"

Una lettura a scelta tra:

V. Zeno-Zencovich, La libertà d'espressione. Media, mercato, potere nella società dell'informazione, Il mulino, Bologna, 2004.

T.E. Frosini, Liberté Egalité Internet, Napoli, Editoriale scientifica, 2015

S. Rodotà, il mondo nella rete, Laterza, 2014

 

STUDENTI NON FREQUENTANTI

R. Zaccaria, A. Valastro, E. Albanesi, Diritto dell'informazione e della comunicazione, 8. ed., CEDAM, 2013

V. Zeno-Zencovich, La libertà  d'espressione. Media, mercato, potere nella società  dell'informazione, Il mulino, Bologna, 2004

T.E. Frosini, Liberté Egalité Internet, Napoli, Editoriale scientifica, 2015

PER TUTTI GLI STUDENTI MATERIALE IN LETTURA: 

- RELAZIONE  Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - AGCOM (reperibile sul sito dell'Autorità: http://www.agcom.it/)

EVENTUALE MATERIALE INTEGRATIVO E MODIFICHE AL MATERIALE DIDATTICO SARANNO COMUNICATE SULLA GUIDAWEB E ATTRAVERSO LA SEZIONE AVVISI DEL SITO WEB DELLA DOCENTE. SI INVITANO GLI STUDENTI A VERIFICARE IL MATERIALE DIDATTICO OBBLIGATORIO NEI GIORNI IMMEDIATAMENTE PRECEDENTI L'INIZIO DELLE LEZIONI.

 

 

Metodi didattici

Il programma sarà svolto interamente nelle ore di didattica. Le lezioni frontali saranno tenute dal docente con l'ausilio di alcuni strumenti didattici (lavagna luminosa per la proiezione di documenti normativi, proiezione di video, ecc.).

Alcune lezioni saranno dedicate all'approfondimento di argomenti chiave del diritto dell’informazione o all'esposizione di progetti di riforme di particolare interesse. Tali lezioni saranno introdotte dal docente e presentate, eventualmente, da studiosi sia italiani che stranieri


Modalità di verifica dell'apprendimento

  1. Studenti FREQUENTANTI

  2. Si considerano frequentati gli studenti che frequentano regolarmente le lezioni e che si prepareranno per le prove intermedie e/o l'esame finale anche sulle parti del programma spiegate a lezione e non presenti sul manuale.

  3. Durante il corso si svolgerà una prova scritta intermedia (sulle parti del programma indicato a lezione); tale prova ha carattere valutativo ed è diretta ad accertare il grado di conoscenza degli argomenti esposti durante le lezioni.

  4. La prova scritta intermedia sarà articolata in domande a risposta aperta da svolgere in forma argomentativa. Tra i criteri valutativi verrà privilegiata la sintesi e la capacità di inquadramento sistematico dell'argomento proposto.

  5. La valutazione della prova scritta è espressa in trentesimi. La sufficienza equivale a 18/30. La valutazione della prova scritta corrisponde al 50% del voto finale

  6. Il tempo a disposizione è di 60 minuti.

  7. Lo studente frequentante che non sosterrà la prova intermedia o riporterà una valutazione negativa dovrà portare la parte del programma all'esame orale

  8. Rifiuto del voto della prova scritta

  9. Gli studenti che hanno conseguito una valutazione positiva nella prova intermedia, possono rifiutare il voto e recuperare la prova in sede di esame orale.

  10. Prova orale:

  11. La prova orale è considerata strettamente complementare alla prova scritta e funzionale alla verifica della preparazione globale del candidato, ma ancor più della capacità di comprensione dei contenuti del programma. Costituisce, pertanto, un'importante verifica dell'effettivo apprendimento dell'intero programma svolto.

  12. Il voto finale è determinato tenendo in considerazione la media dei voti della prova intermedia e della prova orale, che deve comunque risultare sufficiente.

  13. Il voto riportato nella prova scritta intermedia valgono un anno accademico (quindi fino alla sessione di esami di settembre compresa).


studenti NON FREQUENTANTI

  1. L'esame per gli studenti NON FREQUENTANTI consiste in una prima prova scritta articolata in domande a risposta aperta da svolgere in forma argomentativa (seguendo i criteri suesposti per gli studenti frequentanti) ed in una serie di domande a risposta multipla su tutto il materiale bibliografico. La prova scritta verrà valutata per l'ammissione all'orale e per la valutazione finale. Le due prove si svolgono lo stesso giorno nello stesso luogo, l'iscrizione alla prima prova comprende anche quella per la seconda prova.

Per le modalità di verbalizzazione si rinvia alle linee di indirizzo della Facoltà.

Strumenti a supporto della didattica

Slide, portali di diritto dell'informazione

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Giorgia Pavani