Laurea in Scienze politiche, sociali e internazionali

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8853
Classe di corso L-36 - SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI
Anni Attivi I,II e III anno
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Libero con verifica delle conoscenze
Curricula Curricula possibili: Scienze dell'Organizzazione, Relazioni Internazionali; Sociologia, Percorso integrato Università e Impresa, Comunicazione
Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Michele Sapignoli
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il corso di laurea in Scienze politiche, sociali e internazionali si propone di fornire una solida formazione interdisciplinare di base negli ambiti del diritto, dell'economia,della scienza politica, della sociologia, della statistica e della storia.

Dopo un biennio comune focalizzato all'acquisizione delle conoscenze di base e degli strumenti metodologici degli ambiti sopra elencati, gli studenti potranno scegliere, al terzo anno, un ambito di approfondimento legato ai settori disciplinari specifici della Scuola ai quali può affiancarsi una esperienza diretta di ingresso nel mondo del lavoro.

L'obiettivo è quello di fornire a tutti gli studenti un impianto che affianca ai fondamentali delle scienze politiche, le competenze metodologico-quantitative, e il potenziamento della capacità di comunicazione orale e scritta.
Accanto a questi elementi si aggiunge quello della competenza linguistica, che prevede l'erogazione di due insegnamenti di lingua straniera, integrati alle tematiche specifiche della Scuola.
Al termine di questo percorso gli studenti maturano la capacità di orientare in modo autonomo la scelta del percorso di approfondimento.

Il terzo anno prevede, quindi, di concentrare il percorso formativo lungo le seguenti linee tematiche a scelta dello studente:
1 - lo studio delle dinamiche politico-istituzionali e organizzative presenti nelle società contemporanee, si sviluppa attraverso l'analisi e l'interpretazione delle regole formali che governano i processi decisionali nei sistemi politici contemporanei. Particolare attenzione è riservata all'analisi delle organizzazioni che operano all'interno di diverse cornici istituzionali: imprese, organizzazioni pubbliche, partiti, gruppi di interesse e associazioni.
2 - la conoscenza dei fenomeni sociali e delle loro trasformazioni viene approfondita attraverso lo studio delle teorie sociologiche applicate alla comunicazione, alla sicurezza sociale e alla devianza, al territorio e all'ambiente, alle aree della famiglia e del lavoro.
3 - le relazioni internazionali vengono studiate attraverso l'analisi dei modelli di relazione tra i diversi quadri normativi nazionali e sovranazionali. A questo fine viene approfondito lo studio degli assetti politici e istituzionali di diverse aree del globo.
4 - lo studio degli strumenti teorici e analitici dell'economia consente di capire il funzionamento dei mercati, delle imprese e delle istituzioni finanziarie, così come il ruolo della politica economica e la sua influenza sulle scelte del sistema economico. Al fine di formare competenze adeguate alla comprensione dei caratteri dominanti dello sviluppo locale e globale, vengono approfondite le conoscenze utili alla valutazione delle relazioni tra aree a diverso livello di benessere, nella prospettiva di una crescita di lungo periodo all'interno di diversi sistemi locali, nazionali e internazionali.
5 - viene inoltre offerta allo studente la possibilità di fare una esperienza diretta delle dinamiche aziendali con particolare riferimento ai settori delle risorse umane, del controllo di gestione e del marketing. Gli elementi di base di queste discipline, impartiti all'interno del laboratorio di preparazione allo stage, vengono posti in relazione con il quadro più ampio di conoscenze acquisite nel biennio.

Possiede una conoscenza più approfondita di almeno uno degli specifici ambiti di studio delle scienze politiche e sociali: politico-organizzativo, sociologico, economico e storico- internazionali.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: AREA DELLE DISCIPLINE GIURIDICHE
Il laureato:
- conosce ed è in grado di comprendere i concetti di base, i fondamenti teorici e metodologici e i collegamenti disciplinari del settore giuridico
- conosce ed è in grado di comprendere le nozioni base su Stato e diritto, sulle relazioni tra gli ordinamenti giuridici nazionali e sovra nazionali
- inoltre, a seconda del percorso di approfondimento scelto, possiede ulteriori conoscenze riguardo al diritto internazionale, al diritto del lavoro, alle relazioni industriali.

Ha gli strumenti per analizzare, sotto il profilo giuridico, i processi decisionali, le relazioni internazionali e gli assetti costituzionali delle società contemporanee.

Le conoscenze e le capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, ai seminari, lo studio personale guidato e lo studio indipendente.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali e scritti, redazione di paper su temi assegnati ed esposizioni orali dei medesimi.

AREA DI APPRENDIMENTO: AREA DELLE DISCIPLINE ECONOMICHE
Il laureato:
- possiede conoscenze di base di micro e macroeconomia
- conosce gli elementi di base delle statistica descrittiva e inferenziale
- conosce ed è in grado di comprendere i concetti di base i fondamenti teorici e metodologici e i collegamenti disciplinari del settore economico.

Ha gli strumenti analitici per la comprensione del sistema economico nel suo complesso nonché del comportamento dei principali agenti economici (consumatori, imprese, Sato).

Le conoscenze e le capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, ai seminari, lo studio personale guidato e lo studio indipendente.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali e scritti, redazione di paper su temi assegnati ed esposizioni orali dei medesimi.

AREA DI APPRENDIMENTO: AREA DELLE DISCIPLINE POLITOLOGICHE
Il laureato:
- conosce ed è in grado di comprendere i concetti di base i fondamenti teorici e metodologici e i collegamenti disciplinari del settore politologico
- ha gli strumenti per analizzare i fenomeni sociali, i processi decisionali e i modelli organizzativi, le relazioni internazionali e gli assetti politici che caratterizzano le società contemporanee collocandoli nel contesto storico adeguato
- possiede una conoscenza più approfondita di almeno uno degli specifici ambiti di studio delle scienze politiche e sociali: politico-organizzativo, sociologico, economico e storico- internazionali.

Le conoscenze e le capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, ai seminari, lo studio personale guidato e lo studio indipendente.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali e scritti, redazione di paper su temi assegnati ed esposizioni orali dei medesimi.

AREA DI APPRENDIMENTO: AREA DELLE DISCIPLINE SOCIOLOGICHE
Il laureato:
- conosce ed è in grado di comprendere i concetti di base i fondamenti teorici e metodologici e i collegamenti disciplinari del settore sociologico
- ha gli strumenti per analizzare i fenomeni sociali che caratterizzano le società contemporanee collocandoli nel contesto storico adeguato
- possiede una conoscenza più approfondita di almeno uno degli specifici ambiti di studio delle scienze politiche e sociali: politico-organizzativo, sociologico, economico e storico- internazionali.

Le conoscenze e le capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, ai seminari, lo studio personale guidato e lo studio indipendente.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali e scritti, redazione di paper su temi assegnati ed esposizioni orali dei medesimi.

AREA DI APPRENDIMENTO: AREA DELLE DISCIPLINE STORICHE E INTERNAZIONALI
Il laureato conosce ed è in grado di comprendere i concetti di base i fondamenti teorici e metodologici e i collegamenti disciplinari del settore storico-internazionale.
Ha gli strumenti per analizzare i fenomeni sociali che caratterizzano le società contemporanee collocandoli nel contesto storico adeguato.

Possiede una conoscenza più approfondita di almeno uno degli specifici ambiti di studio delle scienze politiche e sociali: politico-organizzativo, sociologico, economico e storico- internazionali.

Le conoscenze e le capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, ai seminari, lo studio personale guidato e lo studio indipendente.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali e scritti, redazione di paper su temi assegnati ed esposizioni orali dei medesimi.

AREA DI APPRENDIMENTO: LINGUISTICA
Il laureato
dispone di una conoscenza dell'inglese ed un'altra lingua straniera europea (conoscenza a livello minimo B1).


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: AREA DELLE DISCIPLINE GIURIDICHE
Il laureato:
- è in grado di analizzare testi e documenti e altre fonti di contenuto giuridico.

Il raggiungimento delle capacità di applicazione delle conoscenze indicate avviene tramite: la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula, lo studio di casi presentati dai docenti e da esperti proveniente dal mondo del lavoro, lo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo.
Le verifiche avvengono attraverso esami scritti, orali, redazione di relazioni ed esposizione orale.

AREA DI APPRENDIMENTO: AREA DELLE DISCIPLINE ECONOMICHE
Il laureato:
- è in grado di applicare conoscenze generali a problemi di tipo economico nonché a specifici progetti operativi con una scelta consapevole di appropriati metodi e approcci teorici;
- è in grado di analizzare testi e documenti e altre fonti di contenuto socio-economico;
- possiede gli strumenti metodologici di base, nonché le fondamentali tecniche di analisi quantitativa e qualitativa, per condurre ricerche empiriche nell'ambito delle scienze sociali utilizzando anche competenze informatiche che comprendono la conoscenza di pacchetti applicativi specifici.

Il raggiungimento delle capacità di applicazione delle conoscenze indicate avviene tramite: la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula, lo studio di casi presentati dai docenti e da esperti proveniente dal mondo del lavoro, lo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo.
Le verifiche avvengono attraverso esami scritti, orali, redazione di relazioni ed esposizione orale.

AREA DI APPRENDIMENTO: AREA DELLE DISCIPLINE POLITOLOGICHE
Il laureato:
- è in grado di applicare conoscenze generali a problemi di tipo politico e organizzativo nonché a specifici progetti operativi con una scelta consapevole di appropriati metodi e approcci teorici
- possiede gli strumenti metodologici di base, nonché le fondamentali tecniche di analisi quantitativa e qualitativa, per condurre ricerche empiriche nell'ambito delle scienze politiche sociali utilizzando anche competenze informatiche che comprendono la conoscenza di pacchetti applicativi specifici.

Il raggiungimento delle capacità di applicazione delle conoscenze indicate avviene tramite: la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula, lo studio di casi presentati dai docenti e da esperti proveniente dal mondo del lavoro, lo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo.
Le verifiche avvengono attraverso esami scritti, orali, redazione di relazioni ed esposizione orale.

AREA DI APPRENDIMENTO: AREA DELLE DISCIPLINE SOCIOLOGICHE
Il laureato:
- è in grado di applicare conoscenze generali a problemi di tipo politico e organizzativo nonché a specifici progetti operativi con una scelta consapevole di appropriati metodi e approcci teorici
- possiede gli strumenti metodologici di base, nonché le fondamentali tecniche di analisi quantitativa e qualitativa, per condurre ricerche empiriche nell'ambito delle scienze politiche sociali utilizzando anche competenze informatiche che comprendono la conoscenza di pacchetti applicativi specifici.

Il raggiungimento delle capacità di applicazione delle conoscenze indicate avviene tramite: la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula, lo studio di casi presentati dai docenti e da esperti proveniente dal mondo del lavoro, lo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo.
Le verifiche avvengono attraverso esami scritti, orali, redazione di relazioni ed esposizione orale.

AREA DI APPRENDIMENTO: AREA DELLE DISCIPLINE STORICHE E INTERNAZIONALI
Il laureato:
- è in grado di applicare conoscenze generali a problemi di tipo politico e organizzativo nonché a specifici progetti operativi con una scelta consapevole di appropriati metodi e approcci teorici
- possiede gli strumenti metodologici di base, nonché le fondamentali tecniche di analisi quantitativa e qualitativa, per condurre ricerche empiriche nell'ambito delle scienze politiche sociali utilizzando anche competenze informatiche che comprendono la conoscenza di pacchetti applicativi specifici.

Il raggiungimento delle capacità di applicazione delle conoscenze indicate avviene tramite: la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula, lo studio di casi presentati dai docenti e da esperti proveniente dal mondo del lavoro, lo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo.
Le verifiche avvengono attraverso esami scritti, orali, redazione di relazioni ed esposizione orale.

AREA DI APPRENDIMENTO: LINGUISTICA
Il laureato
è in grado di leggere testi complessi e condurre una conversazione su contenuti scientifici nelle lingue straniere studiate.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:
- Possiede una preparazione multidimensionale di base in ambito giuridico, economico, storico e politologico, tale da permettere un'analisi concettualmente articolata e guidata delle più svariate tematiche internazionali;
- E' in grado di raccogliere e selezionare dati e informazioni a supporto di analisi ed esprimere pareri sui contesti specifici;
- E' in grado di comprendere i processi decisionali propri delle lobby, le interazioni dei sistemi economici e finanziari internazionali.

L'autonomia di giudizio viene sviluppata in tutte le attività formative attivate, in particolare quelle afferenti agli ambiti disciplinari economico, giuridico, politologico, sociologico, statistico-quantitativo, storico, storico-filosofico, attraverso la partecipazione attiva degli studenti alle lezioni frontali, alle eventuali esercitazioni, ai seminari organizzati nel corso dell'intero anno accademico dalla Scuola, ma anche attraverso l'attività assegnata per la preparazione della prova finale.
La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene attraverso lo svolgimento delle prove intermedie e dell'esame finale di ciascun insegnamento; la valutazione del grado di autonomia e capacità di giudizio avviene durante l'attività assegnata in preparazione della prova finale.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:
- È in grado di esporre contenuti, informazioni e idee relative al proprio campo di studi utilizzando adeguate forme comunicative a seconda degli interlocutori;
- Conosce l'inglese ed un'altra lingua straniera europea (conoscenza a livello minimo B1): è in grado di leggere testi complessi e condurre una conversazione su contenuti scientifici.

Le abilità comunicative scritte ed orali sono particolarmente sviluppate in occasione delle prove intermedie scritte e dell'esame orale finale di ciascun insegnamento, nonché nelle esercitazioni e nelle attività formative che prevedono anche la preparazione di relazioni e documenti scritti e l'esposizione orale dei medesimi.
Attraverso la preparazione e l'elaborazione della prova finale il laureato ha acquisito la capacità di elaborare in un'ottica interdisciplinare le conoscenze e le competenze acquisite.
La lingua inglese e una seconda lingua dell'Unione Europea vengono apprese attraverso le lezioni frontali e la partecipazione attiva dello studente ad attività laboratoriali impartite a gruppi di studenti in possesso di un livello iniziale omogeneo di conoscenza della lingua.
La conoscenza della lingua inglese e di una seconda lingua dell'Unione Europea viene verificata attraverso l'esame finale che prevede, come indicato puntualmente nel programma d'esame, lo svolgimento di almeno due prove scritte da effettuarsi durante lo svolgimento del corso e di un colloquio orale finale.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:
-E' in grado di applicare i metodi e gli strumenti di apprendimento sviluppati per aggiornare e approfondire i contenuti studiati, anche in contesti professionali, e per intraprendere studi successivi.

Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso, attraverso le modalità e gli strumenti didattici precedentemente indicati con riferimento agli altri descrittori, che nell'insieme dovrebbero garantire il raggiungimento degli obiettivi formativi qualificanti e specifici.
La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica continua durante le attività formative, tenuto conto che lo studente è sottoposto ad almeno due prove di verifica scritte per ogni insegnamento e di un colloquio orale finale.

Insegnamenti

Gli insegnamenti sono articolati a seconda del curriculum scelto

Curricula dettagliati

Il corso al terzo anno è articolato nei seguenti curricula: Scienze dell'Organizzazione, Relazioni Internazionali; Sociologia, Percorso integrato Università e Impresa, Comunicazione

Attività tirocinio

Tirocinio curriculare

Il corso di laurea prevede all'interno del curriculum "Percorso integrato Univrsità e Impresa" tra le attività obbligatorio un tirocinio curriculare di 14 cfu. Il tirocinio deve essere effettuato in aziende convenzionate. Il progetto di tirocinio deve essere conforme agli obiettivi formativi del corso di laurea e deve essere approvato dallo stesso al fine del riconoscimento dei crediti formativi.

Tirocinio extra curriculare

Tutti i laureandi e gli studenti che si sono laureati entro dodici mesi possono chiedere di svolgere un tirocinio extra curriculare presso un azienda convenzionata con l'Ateneo di Bologna rivolgendosi Unità di Servizio Didattico agli Studenti - Area sociale - Strada Maggiore, 45.

Mobilità internazionale

Sono disponibili possibilità di scambio tramite accordi con diverse Università nell'ambito del programma Erasmus e altre convenzioni. Gli studenti possono anche scegliere di fare parte della prova finale o del tirocinio all'estero.

Il Corso di Laurea ha approvato delle linee guide per il riconoscimento delle attività formative svolte all'estero.

Referente per la mobilità studentesca internazionale

Prof. Roberto Grandi

Servizio erasmus della Scuola di Scienze Politiche:

Unità di Servizio Didattico agli Studenti - Area Sociale

Tel: 051 2092801 - e-mail: spbo.erasmus@unibo.it

Orari e luogo di ricevimento:

lunedì, mercoledì, 9.30-12.00 nonché martedì e giovedì 14.00-15.30

(presso la Scuola di Scienze Politiche – Strada Maggiore 45 – Bologna)

http://www.scienzepolitiche.unibo.it/it/scuola/uffici/ufficio-relazioni-internazionali-e-mobilita-bologna

http://www.unibo.it/Portale/Relazioni+Internazionali/default.htm

Prova finale

La prova finale consiste nella predisposizione di un elaborato scritto, con o senza successiva discussione pubblica.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo laurea magistrale e master universitario di primo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Operatore con competenze organizzative, sociologiche e internazionali

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
L'operatore con competenze organizzative, sociologiche e internazionali si qualifica come una figura intermedia che opera nelle organizzazioni pubbliche, private e e del terzo settore.
Il laureato può ricoprire i seguenti ruoli professionali e svolgerne le relative funzioni negli ambiti occupazionali indicati:
- svolge in autonomia attività di tipo amministrativo e organizzativo-gestionale;
- collabora alla progettazione, gestione e valutazione di politiche pubbliche, anche di tipo sociale, educativo e di formazione e orientamento;
- svolge attività di informazione e comunicazione;
- collabora alla preparazione di analisi dei mercati, analisi dei dati finanziari, programmazione delle risorse;
- opera in attività amministrative e progettuali relative alle relazioni internazionali, prestando particolare attenzione alle problematiche di tipo politico, sociale ed economico e alle dinamiche internazionali;
- studia le possibilità di finanziamento offerte da istituzioni europee e il loro utilizzo in diversi contesti e mantiene le relazioni con gli uffici preposti della comunità europea;
- collabora alla gestione di progetti nei settori di competenza.

Per lo svolgimento di alcune attività che richiedono un elevato livello di autonomia e solidi gradi di responsabilità, possono essere acquisite ulteriori competenze mediante tirocini e corsi professionalizzanti post-laurea che i laureati in Scienze politiche, sociali e internazionali sono in grado di intraprendere anche grazie alle capacità metodologiche, di approfondimento e di apprendimento sviluppate.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Lo svolgimento delle funzioni sopra descritte richiede conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico nell'ambito politico, amministrativo-gestionale, sociologico, nonché, per alcune delle funzioni sopra indicate, una buona conoscenza delle dinamiche e delle istituzioni internazionali.
Oltre a capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo, sono richieste adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, networking e group management, organizzativo-gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti pubblici e/o privati).

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- enti pubblici, aziende ed organizzazioni pubbliche e pubbliche amministrazioni (enti territoriali, ministeri, aziende sanitarie, università, sindacati) in diverse aree:
- area del personale, dell'organizzazione e della qualità, management di reti;
- area della comunicazione e marketing (pubbliche relazioni, pubblicità, marketing, comunicazione interna, comunicazione sociale);
- politiche sociali (servizi ai minori, anziani, immigrati, handicap, dipendenze, servizi per la sicurezza);
- settore dell'informazione (mass media, nuovi media);
- settore della formazione e dell'orientamento professionale;
- aziende ed imprese private (commerciali, industriali e di servizi);
- imprese e organizzazioni del Terzo Settore (Fondazioni, Cooperative sociali, Onlus, Ong).


PROFILO PROFESSIONALE:
Addetto all'Ufficio studi e ricerche

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
L'addetto all'ufficio studi e ricerche:
- partecipa alla costruzione delle basi informative necessarie per la pianificazione delle strategie di azione dell'organizzazione nella quale opera;
- a questo fine identifica le fonti informative e collabora nella raccolta, strutturazione e registrazione delle informazioni necessarie per l’organizzazione;
- esplora eventuali linee tematiche non ancora approfondite ma di interesse per l'organizzazione nella quale è inserito;
- concorre alla preparazione di dossier e rapporti sui temi ritenuti rilevanti per l'organizzazione.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
L'addetto all'ufficio studi e ricerche:
- dispone di una buona conoscenza della lingua inglese e di una seconda lingua straniera;
- sa applicare metodi di raccolta e analisi delle informazioni sia di tipo statistico che ermeneutico;
- possiede conoscenze interdisciplinari che gli consentono di interpretare la realtà cogliendone gli aspetti sociali, politici economici e giuridici;
- è in grado di interagire in contesti di media complessità con esperti di diritto, politica ed economia.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Associazioni di categoria
- Amministrazioni pubbliche, nazionali e locali
- Enti pubblici economici, aziende speciali ed aziende di pubblici servizi.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Scuola di Scienze Politiche – Vicepresidenza di Bologna.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
Gli incontri hanno visto il coinvolgimento di: Malaguti SpA (produzione motocicli), Prometeia (consulenza e ricerca economica e finanziaria), Prefettura di Bologna , IMA SpA (industria macchine automatiche), Fondazione Seragnoli, il quotidiano Repubblica - sede di Bologna, Confidustria Ravenna, Cermet (società di controllo gestione processi), Alfa Wasserman (azienda farmaceutica), CNA Bologna (associazione provinciale servizi alle imprese), Ausl Bologna, Crif (società di servizi alle banche), Regione Emilia Romagna, Nike SpA, Comune di Bologna.


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
Per individuare i fabbisogni formativi e i possibili sbocchi occupazionali dei futuri laureati, sono stati selezionati due diversi gruppi di interlocutori: uno costituito sulla base dei rapporti di collaborazione consolidati nel tempo, l'altro individuando nuovi contatti tra le aziende leader nel proprio settore di riferimento. Questa composizione del gruppo di consultazione ha consentito di mettere a fuoco sia aspetti critici dell'attuale modello formativo, come nuove opportunità di impiego offerte dai settori trainanti e nuovi fabbisogni formativi.

Gli incontri sono stati organizzati tra il 13/09/2010 e il 15/10/2010.

Gli interlocutori hanno apprezzato l'impostazione metodologica e multidisciplinare della proposta formativa e giudicato altamente positiva la flessibilità della formazione.
Accanto a questi apprezzamenti è emersa l'esigenza di rafforzare alcune capacità e competenze di carattere generale: la competenza linguistica, le capacità comunicative, le capacità di gestione e analisi dei dati, la maturità individuale e l'attitudine al lavoro in team. Le sollecitazioni emerse da alcuni di questi incontri, hanno determinato un contatto diretto con l'Assessorato Regionale alla scuola, formazione professionale, università e ricerca, lavoro, volto a realizzare una integrazione al percorso di formazione, attraverso una concreta esperienza di inserimento in azienda.


DOCUMENTAZIONE
Verbali presso la Vicepresidenza di Bologna della Scuola di Scienze Politiche.

Contatti e recapiti utili

Unità di Servizio Didattico agli Studenti - Area Sociale - spbo.didattica@unibo.it

Orari e luogo di ricevimento:
lunedì e mercoledì dalle 9.30 alle 12.00

martedì e giovedì dalle 14.00 alle 15.30
(presso Unità di Servizio Didattico agli Studenti - Area Sociale – Strada Maggiore 45 – Bologna)

Tutor: Matteo Biondi
email: matteo.biondi8@studio.unibo.it
Ricevimento su appuntamento: Ufficio Tutor Ogni lunedì 9-11

Tutor: Alessia Sacco
email: alessia.sacco@studio.unibo.it
Ricevimento su appuntamento: Ufficio Tutor ogni Mercoledì 13-15

Tutor Curriculum PIL: Stefano Belletti

Email: stefano.belletti@studio.unibo.it

Ricevimento su appuntamento: Ufficio Tutor