Laurea Magistrale in Comunicazione pubblica e d'impresa

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8840
Classe di corso LM-59 - SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA, D'IMPRESA E PUBBLICITA'
Anni Attivi I e II anno
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero programmato
Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Saveria Capecchi
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il corso di Laurea Magistrale in Comunicazione Pubblica e d’impresa si propone come strumento attivo di sviluppo critico, in grado di far emergere una sensibilità metodologica che permetta allo studente di avere una visione multidisciplinare e di essere in grado di analizzare ogni specifica situazione individuando piani di comunicazione flessibili.

A tal fine prevede:
a) attività formative finalizzate ad acquisire con spirito di ricerca e aggiornamento competenze di tipo teorico-metodologico utili a formare un quadro consapevole dei compiti di comunicazione, favorendo anche mediante appositi programmi di scambio soggiorni di studio all'estero;
b) altre attività formative finalizzate a misurarsi con competenze pratiche, anche mediante apposite convenzioni con enti ed aziende.
c) si sperimenta per il secondo anno di Corso un "gruppo di scelta" di attività formative determinate che costituisca un percorso di "alternanza studio e lavoro" riservato ad un numero predefinito di studenti selezionati, per i quali si possa prevedere l’organizzazione coordinata di due corsi in aula di cui almeno uno al I semestre e, nel secondo semestre, l’eventuale altro corso e un’attività di accompagnamento in aula in alternanza coordinata con un periodo di tirocinio continuativo (o comunque attività pratiche svolte in collaborazione con enti ed aziende esterne), sulla base di specifici progetti che al tempo stesso orientino lo studente verso il mercato del lavoro in modo guidato e forniscano area di approfondimento per la prova finale. La scelta avviene all’inizio del II anno, il numero degli studenti partecipanti - comunque non inferiore a 20 - è di anno in anno è determinato dai progetti specifici che il CdS riesce ad attivare in collaborazione con enti ed aziende esterne. La modalità di selezione degli studenti è definita dal Consiglio di CdS e avviene sulla base di criteri oggettivi connessi alla carriera dello studente e di criteri soggettivi di tipo comparativo circa la congruenza fra profilo del CV dello studente, motivazione e profilo richiesto dal progetto di tirocinio-collaborazione.

Per tutti gli studenti si incentivano in ogni caso progetti di tirocinio curriculare legati alla prova finale mediante convenzione presso enti e aziende in Italia e all'estero.
Le competenze fornite dal corso di Laurea Magistrale sottolineano i contributi teorici e metodologici allo studio della comunicazione che provengono, in ottica multidisciplinare, dal vasto ambito delle scienze sociali, politiche, economiche e giuridiche.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
AREA DI APPRENDIMENTO: SOCIO-COMUNICATIVA
Il laureato magistrale al termine del Corso:
• conosce concetti e metodi utili per l'analisi della cornice sociale, culturale, politica all'interno della quale si sviluppa la comunicazione
• conosce concetti e metodi utili per comprendere i processi socio-culturali che influenzano i comportamenti sociali nonché la costruzione dei problemi da tematizzare e legittimare nella sfera pubblica
• conosce strumenti metodologici per predisporre disegni di ricerca atti allo studio del mercato e alle analisi di scenario indispensabili nei piani di comunicazione
• conosce concetti e metodi idonei per l'analisi critica di fattori e agenti sociali rilevanti per la realizzazione di iniziative e piani di comunicazione.

Le conoscenze e le capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite attraverso la frequenza alle lezioni frontali e a i seminari e tramite lo studio individuale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali e scritti.

AREA DI APPRENDIMENTO: GIURIDICO-SOCIALE
Il laureato magistrale al termine del Corso :
• Conosce le norme che regolamentano i controlli sui contenuti della comunicazione commerciale finalizzata al marketing di prodotti e servizi sui mercati nazionali e internazionali.
• Conosce i sistemi di controllo della comunicazione commerciale nazionali e transfrontalieri.
• Conosce le norme giuridiche e deontologiche che regolano la funzione pubblica dell'informazione e della comunicazione.
• Conosce gli istituti fondamentali del diritto amministrativo.
• Conosce i principali temi del diritto del lavoro contemporaneo e ne sa analizzare l'interazione con la complessità delle fonti regolative nazionali e transnazionali, con particolare riferimento alla dimensione sociale europea.
• Conosce le principali ipotesi riguardanti le origini e i fondamenti dei diritti umani nella storia del pensiero e nei i principali testi costituzionali che codificano diritti e dignità dell'uomo.

Le conoscenze e le capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite attraverso la frequenza alle lezioni frontali e a i seminari e tramite lo studio individuale.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali e scritti.

AREA DI APPRENDIMENTO: ORGANIZZATIVO-GESTIONALE E COMUNICATIVO
Il laureato magistrale al termine del Corso:
• Sa padroneggiare strumenti concettuali e metodologici per lo studio dei processi organizzativi.
• Sa approfondire lo studio dei processi decisionali in ambito organizzativo.
• Conosce le evoluzioni più recenti del mondo della produzione.
• Sa analizzare i processi partecipativi che coinvolgono i cittadini nell'assunzione di scelte in relazione a questioni di carattere pubblico.
• Sa comprendere e analizzare i principali problemi relativi al marketing e alla comunicazione d'impresa.
• Conosce i principali strumenti di marketing che si applicano a vari ambiti: marketing profit model, marketing dei servizi, marketing sociale, responsabilità sociale d'impresa, fund raising, Customer Relationship Management, Cause Related Marketing, Web marketing, customer satisfaction, marketing territoriale.
• Conosce i principali concetti e metodi utili per l'analisi e la gestione delle relazioni di lavoro e del benessere aziendale.
• Conosce i principali strumenti del web e del web 2.o utilizzati a ifni di comunicazione, informazione e marketing.

Le conoscenze e le capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite attraverso la frequenza alle lezioni frontali e a i seminari e tramite lo studio individuale.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali e scritti.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
AREA DI APPRENDIMENTO: SOCIO-COMUNICATIVA
Il laureato magistrale al termine del Corso:
• È in grado di predisporre ed implementare un disegno di ricerca utile per lo studio del mercato e per l'analisi di scenario inerente un piano di comunicazione o di marketing.
• Sa individuare i fattori e gli agenti sociali rilevanti per specifiche case analysis e analisi di benchmarking utili in piani di comunicazione d'impresa.
• Sa individuare i fattori rilevanti nell'analisi dei flussi comunicativi.
• Sa pianificare azioni di comunicazione integrata.
• Sa applicare strumenti analitici e metodologici per approfondire specifiche issues comunicative.

Il raggiungimento delle capacità di applicazione delle conoscenze indicate avviene tramite: la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula, lo studio di casi presentati dai docenti e da esperti proveniente dal mondo del lavoro, lo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo. Notevole importanza rivestono anche le attività pratiche e di simulazione realizzate soprattutto attraverso strumenti di comunicazione integrata.
Le verifiche avvengono nella maggior parte dei casi attraverso esami scritti e/o orali.

AREA DI APPRENDIMENTO: GIURIDICO-SOCIALE
Il laureato magistrale al termine del Corso:
• E' in grado di rilevare e rispettare norme regolative per la progettazione di piani e contenuti di informazione e comunicazione commerciale, sul mercato nazionale e internazionale.
• E' in grado di individuare gli interlocutori e le autorità rilevanti per il controllo della comunicazione commerciale, sul mercato nazionale e internazionale.
• Sa applicare i concetti appresi per analizzare le istituzioni preposte alla tutela dei diritti umani fondamentali per verificare le fonti e gli strumenti utili per supportare campagne comunicative a elevata responsabilità sociale.
•Sa individuare le regole giuridiche e deontologiche da applicare in casi specifici di pubblicizzazione di dati ed informazioni.
• Sa mettere in relazione la conoscenza delle norme con situazioni concrete e problemi specifici di tutela all'interno delle organizzazioni e delle imprese.

Il raggiungimento delle capacità di applicazione delle conoscenze indicate avviene tramite: la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale, lo studio di casi presentati dai docenti e da esperti provenienti dal mondo del lavoro, la realizzazione di progetti.
Le verifiche avvengono nella maggior parte dei casi attraverso esami scritti e/o orali.

AREA DI APPRENDIMENTO: ORGANIZZATIVO-GESTIONALE E COMUNICATIVO
Il laureato magistrale al termine del Corso:
• E' in grado di diagnosticare problemi organizzativi e proporre adeguate soluzioni.
• E' in grado di predisporre piani di comunicazione e marketing sia in ambito pubblico e di terzo settore sia per l'impresa commerciale.
• Sa utilizzare strumenti di comunicazione integrata anche con finalità specifiche (ad es. comunicazione interna, comunicazione esterna, fund raising, crowfunding, etc.)
• Sa progettare e implementare contenuti e stili comunicativi specifici per il web e il web 2.0.
• Sa analizzare il clima organizzativo e il ruolo della comunicazione interna ed esterna.
• Sa condurre analisi di verifica e valutazione di strumenti e canali comunicativi, anche in relazione alla costruzione del branding e della reputazione di un'organizzazione o di un'impresa.

Il raggiungimento delle capacità di applicazione delle conoscenze indicate avviene tramite: la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale, lo studio di casi presentati dai docenti e da esperti provenienti dal mondo del lavoro, la realizzazione di progetti.
Le verifiche avvengono nella maggior parte dei casi attraverso esami scritti e/o orali.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)
Il laureato magistrale ha competenze critico-valutative, specie quelle finalizzate a:
- valutare l'adeguatezza allo scopo delle procedure informative e comunicative in uso presso l'ente o azienda di riferimento;
- costruire una mappa delle caratteristiche sociali, demografiche e culturali;
- comprendere le esigenze dell'utenza o della clientela
- monitorare, raccogliere e analizzare dati relativi alla "mappa" delle caratteristiche, delle esigenze e delle necessità del territorio sul quale opera l'ente;
- condurre verifiche circa il grado di soddisfazione dell'utente e di efficienza comunicativa all'interno e all'esterno dell'azienda;
- valutare i processi e gli esiti delle azioni comunicative progettate.
Il conseguimento di tali competenze viene realizzato attraverso distinte attività formative quali in particolare Strumenti per la ricerca, Comunicazione e marketing, Modelli di marketing, Comunicazione Pubblica, oltre che approfondito in attività laboratoriali verso cui lo studente può orientarsi e nel percorso di realizzazione della prova finale monitorato da relatore e correlatore.
La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene, oltre che nella valutazione delle singole attività formative, soprattutto nella valutazione della prova finale.

ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)
Il laureato magistrale ha capacità specifiche in relazione a:
- utilizzo critico e consapevole di canali, strumenti, metodi principali della comunicazione;
- costruzione e analisi di matrici di dati con approcci di tipo sia qualitativo sia quantitativo;
- utilizzo di banche dati e archivi elettronici
- livello intermedio di lettura ed espressione della lingua inglese, facente parte della verifica dei requisiti necessari in fase di accesso.
Livello di base di lettura almeno in una seconda lingua straniera facente parte della verifica dei requisiti in fase di accesso.
L'acquisizione e la verifica del conseguimento delle abilità comunicative sopraelencate – salvo i livelli di conoscenza delle lingue straniere facenti parte della verifica in fase di accesso - costituendo parte integrante dei contenuti del CdS, riguardano in generale gli obiettivi formativi di tutte le attività, con particolare riferimento a quelle obbligatorie e inclusa la prova finale.
La verifica della conoscenza della lingua inglese e della seconda lingua straniera è, come si diceva, prevista fra i requisiti di accesso e sottoposta dunque a valutazione preliminare; circa la lingua inglese si prevede inoltre l'offerta di insegnamenti opzionali impartiti in tale lingua e la consultazione di sillabi in inglese presenti in diversi insegnamenti obbligatori. La seconda lingua straniera può essere ulteriormente approfondita per alcuni studenti in occasione di periodi di studio all'estero, tirocini all'estero, tesi redatta in lingua straniera (inglese, francese o spagnolo).

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)
Il laureato magistrale:
- sa pianificare i tempi, costi e metodi di realizzazione di uno studio o di un progetto;
- sa utilizzare in modo autonomo le tecnologie informatiche per svolgere indagini su web sia per la propria formazione sia per il proprio aggiornamento.

La capacità di apprendimento relativa alla pianificazione di tempi e costi di un progetto viene acquisita e valutata attraverso attività formative specifiche quali Comunicazione e marketing, Modelli di Marketing, Comunicazione pubblica, e approfondita verso ulteriori attività verso cui lo studente può orientarsi fra insegnamenti opzionali quali Marketing sociale, Cooperazione sanitaria internazionale, Comunicazione e territorio, Comunicazione ambientale, Cultural economics, Teoria e tecniche della comunicazione pubblica, nonché in specifici progetti di tirocinio e di laboratorio specificatamente monitorati da un docente tutor e nel percorso di redazione della prova finale guidato da relatore e correlatore, che costituisce un itinerario importante di auto-apprendimento ed acquisizione di progressiva autonomia.
Inoltre, in generale in molti insegnamenti la capacità di pianificazione dello studio viene acquisita e valutata:
- per gli studenti frequentanti anche attraverso forme di verifica intermedia che includono l'obiettivo anche di fornire indicazioni specifiche in relazione a carenze eventuali e di abituare al rispetto delle scadenze programmate
- per gli studenti frequentanti e non frequentanti attraverso forme di verifica finale nelle quali si prevede appropriazione riflessiva dei concetti e metodi appresi e per le quali il corso di studio fornisce un calendario e un quadro informativo precisi e completi che sollecitino e favoriscano la programmazione delle scadenze di studio

L'utilizzo autonomo delle tecnologie informatiche viene in generale acquisito in alcuni insegnamenti obbligatori nei quali si prevede la pianificazione e l'utilizzo riflessivo di strumenti comunicativi che utilizzano il web (ad esempio: Comunicazione e marketing, Comunicazione pubblica, Modelli di marketing) ed è approfondito, acquisito e valutato in attività formative specifiche verso cui lo studente può orientarsi (attività laboratoriali e insegnamenti come ad esempio Comunicazione e web o Sociologia della comunicazione multimediale). Inoltre, il corso di studio adotta strumenti web e web 2.0 di discussione e comunicazione con gli studenti che prevedono e favoriscono l'utilizzo di dispositivi informatici (oltre ai numerosi servizi on line indispensabili nel portale di ateneo, il corso di studio ha un gruppo riservato su LinkedIn, un Blog a cui collaborano gli studenti, una pagina Youtube, un account Twitter).

Attività tirocinio

per informazioni e appuntamento scrivere a:
info.compass@unibo.it

Mobilità internazionale

Sono disponibili possibilità di scambio tramite accordi con diverse Università nell'ambito del programma Erasmus e altre convenzioni. Gli studenti possono anche scegliere di fare parte della prova finale o del tirocinio all'estero.

Il Corso di Laurea ha approvato delle linee guide per il riconoscimento delle attività formative svolte all'estero.

Referente per la mobilità studentesca internazionaledella Scuola di Scienze Politiche

Prof. Roberto Grandi

Servizio erasmus della Scuola di Scienze Politiche:

Unità di servizio Didattico agli Studenti - Area sociale -

Tel: 051 2092801- e-mail: spbo.erasmus@unibo.it

Orari e luogo di ricevimento:

lunedì, mercoledì,10-12 nonché martedì e giovedì 14,30-16,00

(presso la Scuola di Scienze Politiche – Strada Maggiore 45 – Bologna)

http://www.scienzepolitiche.unibo.it/it/scuola/uffici/ufficio-relazioni-internazionali-e-mobilita-bologna

http://www.unibo.it/Portale/Relazioni+Internazionali/default.htm

Prova finale

Per il conseguimento della Laurea magistrale, lo studente deve superare una prova finale, i cui contenuti e modalità di svolgimento sono fissati nel modo seguente:
• La prova finale per il conseguimento della Laurea Magistrale in Comunicazione pubblica e d’impresa consiste nella discussione di un elaborato di tesi originale sotto la guida di un relatore o di un correlatore. La prova finale può essere connessa con la realizzazione di uno specifico progetto di tirocinio o di analoga attività laboratoriale concordato con il relatore. La tesi può essere corredata anche di materiale multimediale. Previa approvazione del relatore e del coordinatore di CdS e autorizzazione del Consiglio di Corso di Studio, nei casi previsti al Regolamento Didattico di Ateneo, la tesi può essere redatta in lingua diversa dall’italiano in una delle seguenti lingue: inglese, francese o spagnolo.
• La prova finale verrà assegnata in una disciplina indicata dallo studente oppure, in via subordinata, in una disciplina affine a quella richiesta dal candidato. Tale disciplina di norma deve essere presente nel piano degli studi. Il responsabile didattico della disciplina è relatore della prova finale. Il relatore o il referente sarà affiancato da uno o più correlatori, individuati tra i docenti titolari di insegnamento nell’ateneo o tra esperti e studiosi che abbiano competenze specifiche in relazione agli obiettivi formativi dell’elaborato costitutivo della prova finale.
• La prova finale è valutata da un’apposita Commissione, formata e nominata secondo quanto disposto dall’art. 19 del regolamento didattico di Ateneo. La Commissione in via preliminare dovrà deliberare sull’ammissibilità del candidato alla prova finale per poi valutare il candidato sulla base del curriculum e della prova finale.
• La domanda di ammissione alla prova finale dovrà essere presentata alla Segreteria secondo il calendario fissato dal Senato Accademico.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di specializzazione) e master universitario di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Esperto Comunicatore

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
L’esperto comunicatore è una professione multiforme soggetta a continui cambiamenti: è chiamato oggi a ricoprire ruoli talora sovrapposti talora distinti rispetto a figure affini (ad esempio a seconda che esistano o no settori specificamente preposti a funzioni di ufficio stampa, gestione risorse umane, relazioni pubbliche, marketing, comunicazione interna), a seconda delle dimensione e del tipo di azienda, ente, agenzia o istituzione in cui è chiamato ad operare.
In generale, il responsabile della comunicazione si adopera per promuovere e diffondere l’identità, i servizi e i prodotti dell’organizzazione o dell’impresa attraverso strategie integrate che prevedono sia analisi di scenario e posizionamento, sia azioni di community sia l’uso competente di diversi mezzi d’informazione e d’interazione coi pubblici; nella comunicazione interna pianifica, sviluppa e gestisce processi di interazione e scambio di informazioni tra management e addetti ai processi produttivi. Una o più di tali attività possono essere svolte da un’agenzia che impiega l’esperto comunicatore per offrire una o più delle funzioni qui elencate all’ente o impresa cliente. Un settore innovativo concerne inoltre il cosiddetto societal e social marketing: si occupa della responsabilità sociale d’impresa, nel settore privato, quale leva di sviluppo di un management responsabile nel medio-lungo periodo verso una pluralità di attori con cui l’impresa si relaziona; della promozione di partecipazione civica, comportamenti e stili di vita favorevoli ad una migliore qualità della vita nei settori pubblici e del privato sociale.

Le principali funzioni sono:
- Coordinare attività di comunicazione interna ed esterna di comunicazione di un ente, di un’istituzione o di un'azienda
- Coordinare e pianificare azioni di posizionamento della comunicazione aziendale o istituzionale (marketing comunicativo o relationship marketing)
- Pianificare campagne integrate di informazione e comunicazione
- Pianificare, coordinare, migliorare i flussi interni fra i vari settori o uffici dell'azienda o ente
- Analizzare il contesto territoriale, sociale e culturale in cui operano l'azienda o l'ente e individuare i pubblici e gli stakeholders di riferimento
- Progettare, realizzare, produrre, analizzare e valutare contenuti comunicativi
- Progettare, coordinare e realizzare sistemi comunicativi integrati
- Promuovere e gestire strumenti innovativi d’informazione e comunicazione, anche mediante l'uso delle nuove tecnologie e dei social media
- Presentare i risultati di indagini o campagne, differenziate a seconda dei pubblici da raggiungere
- Coordinare e pianificare il rapporto con i media, redigere comunicati stampa
- Coordinare e pianificare l’uso dei nuovi media e del web 2.0, redigere contenuti idonei ai canali on line
- Gestire e coordinare banche dati
- Gestire e organizzare eventi pubblici e culturali
- Pianificare, coordinare e gestire strategie di societal e social marketing in linea con innovazioni legate alla responsabilità sociale d’impresa, redigere bilanci sociali o di missione
- Pianificare, coordinare e gestire azioni di comunicazione che perseguano strategie di empowerment e partecipazione o centrate sul cliente.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte, nel quadro di una professione che esige continua flessibilità e capacità di innovazione, oltre che cognizione di attori molteplici con cui relazionarsi, sono richieste specifiche conoscenze e abilità di tipo analitico e metodologico in ambito multidisciplinare nell’area delle scienze sociali, politiche, economiche e giuridiche.
E’ necessario un adeguato livello di specializzazione e di capacità di approfondimento in uno o più settori di professionalizzazione, come ad esempio l’organizzazione dei media e di altri spazi sociali strutturati, la realizzazione inchieste e sondaggi, l’analisi dei comportamenti sociali e dei mercati, le caratteristiche degli scenari comunicativi contemporanei che ibridano vecchi e nuovi media, le politiche culturali e il marketing culturale, le politiche di welfare e di sussidiarietà, la pubblica amministrazione, etc.
Oltre a capacità di apprendimento autonomo e di aggiornamento continuo, sono richieste adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo, organizzativo-gestionale e di pianificazione, in accordo con il livello di responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti/utenti).

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Aziende, Enti pubblici e privati, privato sociale (Uffici Comunicazione e Marketing, Urp, Media Planning, Organizzazione eventi, etc.), in ambito nazionale e internazionale
- Società di ricerca e sondaggi, Uffici studi
- Agenzie specializzate nel settore della comunicazione e del marketing
- Aziende sanitarie pubbliche e private
- Sindacati, partiti, associazioni, fondazioni, organizzazioni di cooperazione internazionale
- Redazioni radio, televisioni, giornali, riviste, case editrici, portali specializzati (redazioni anche di tipo multimediale)
- Musei ed altre organizzazioni nazionali e internazionali di tipo culturale, sociale e ambientale.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Coordinatore e docenti del CdS.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
La consultazione delle parti sociali si è svolta nel settembre 2013 con il coinvolgimento delle seguenti aziende:
Anusca (associazione di Comuni, Presidente), Armani Assicurazioni (rappresentante legale), Azienda USL di Modena (responsabile Servizio Comunicazione marketing), Bahlsen biscotti (responsabile marketing), Banca della Calce (materiali pregiati per edilizia, titolare), Banca Popolare di Milano (Responsabile della formazione), CAE S.p.A. (grande azienda apparati elettronici per il monitoraggio ambientale, responsabile risorse umane), Callipo (alimentari fascia alta, Presidente), G.D. S.p.A. Gruppo Coesia (grande azienda meccanica, responsabile CSR), Gepin – Generale per l’Informatica S.p.A. (dirigente responsabile estero), Giallo pasta fresca (titolare), Lesepidado Srl (azienda chimica, responsabile marketing internazionale e responsabile amministrativo), Montecatone Rehabilitation Institute (responsabile formazione), Lamborghini Automobili (Responsabile marketing), Mandarina Duck (responsabile marketing on line), Produco International (eventi e progetti internazionali, titolare), Regione Emilia Romagna (responsabile URP e Responsabile Ufficio dei Garanti), Reloc (logistica ed elettronica, titolari), Sistemi Informativi Gruppo IBM (responsabile cliente), Telecom Italia (responsabile CED), Zenith Ingegneria (titolare), Zuffellato Computer (una delle principali software house della Regione ER, titolare), Berma Macchine (meccanica, direttore generale), Project&Communication (eventi e congressi ECM, titolare), Planning Congressi (eventi e congressi ECM, presidente), Think3 Inc Solair (multinazionale del CAD, direttore), Panaria Group Industria Ceramica S.p.A. (responsabile di stabilimento), Cargo Italia Holger Gruppo Bosch (direttore acquisti), Riverside alimentari (titolare), PuntoM abbigliamento sportivo (responsabile marketing on line), Ensemble abbigliamento (direttore), Ludo.Vic Plexiglas (direttore, responsabile marketing), Performa Società Cooperativa P.A. (titolare), Made4Media (multimedia, titolare), Ing3 Srl (titolare), Consorzio Lord S.c.P.A. (grande gruppo logistico, Presidente), Datalogic S.p.A. (grande azienda di elettronica per la logistica, responsabile commerciale), Neri Motori (responsabile commerciale), Elantas Gruppo Altana (grande multinazionale chimica CFO, AD), Di.Tech S.p.A. Gruppo Nordiconad (grande azienda di tecnologia per la GDO, responsabile del personale), NordiConad (responsabile della formazione), Broker Studio Assicurazioni (titolare), ADHR GROUP - Agenzia per il lavoro SpA (Agenzia interinale e formazione, Presidente, responsabile della formazione), Coop Sociale Camelot (CdA), Paolo Vignoli S.p.A. (costruttori edili, Presidente), S&B Essebi Broker (titolare), Fondazione Istituto per anziani Isidoro Cappi (RSA, Presidente, Direttore), Loschi S.p.A. (gestione rifiuti ferrosi, direttore amministrativo), Ceramiche Del Conca S.p.A. (direttore di produzione), Cosepuri Soc. coop. p. a. (auto noleggio con conducente, logistica, direttore generale), Zucchetti Informatica S.p.A. (direttore commerciale), America Graffiti (ristoranti, socio fondatore, direttore comunicazione), Renner Italia S.p.A. (vernici, direttore produzione), Yoox Group (moda on line, responsabile marketing on line), SobePure (marketing, responsabile marketing), YouCanGroup (responsabile marketing), Vetreria Bazzanese S.r.l. (la più grande vetreria italiana, arredamento di lusso in vetro, responsabile marketing e controllo di gestione), Evolution (catena di parrucchieri, titolare), Sermetra (rete di agenzie pratiche auto, titolare), Accordiamoci organismo di mediazione (titolare), Premium articoli pubblicitari (titolare), Sign Publitecnica (agenzia di comunicazione e insegne, titolare), Cemeform (edilizia, titolare), BPM Service (audio video, titolare), DueTorri (pulizie, titolare), PressoGomma (titolare), Gruppo Wurth S.p.A. Inox Mare (grande azienda multinazionale acciaio, responsabile stabilimento), Afinox (macchine per alimenti, direttore marketing internazionale), Gerebros (eventi e comunicazione, titolare), Sicurimpresa (sicurezza, titolare), VmMotori s.p.a. (grande azienda meccanica multinazionale, responsabile sviluppo), Mexage (start up settore tecnologie per la comunicazione), Carpigiani (macchine per il gelato, responsabile marketing internazionale), Link (certificazione di qualità settore turismo, responsabile indagini e certificazione), SmilingService (scuola internazionale, titolare), Sandro Ferrone s.p.a. (Settore moda e abbigliamento, direttore operativo), Noemalife S.p.A. (grande azienda di tecnologie per la sanità, responsabile marketing), Icos S.p.A. (grande azienda di impianti, titolare), Toyota settore meccanica e movimentazione (responsabile Italia), Protezione Elaboratori Industriali PEI S.r.l. (azienda di 250 persone leader in Europa nel settore delle protezioni meccaniche, membro del CdA, responsabile CED e CRM), La Petroniana (servizi operativi, 170 dipendenti), Ventura Spa – Travelgood (settore viaggi e turismo, titolare), Gisa (sicurezza sul lavoro e sorveglianza sanitaria, titolare), Onconauti (Onlus settore oncologia), Berma (macchine per la marcatura), Centro diving Ibiza (Operatore turistico, titolare), EcoItalia (settore prodotti industriali biocompatibili, titolare), studenti e laureati del cds stesso.

Il gruppo di aziende è stato il più possibile eterogeneo perché include piccole start up, grandi aziende anche multinazionali di settori sia tradizionali sia innovativi, aziende note e meno note, enti ed aziende pubbliche. Inoltre, si è cercato di rilevare le opinione di aziende che abbiano ospitato nel corso degli anni tirocinanti, studenti e laureati del CdS stesso.


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
A seconda delle disponibilità dei referenti, la consultazione è avvenuta sottoponendo una breve intervista via e-mail, per telefono o vis-à-vis nella prima metà del mese di settembre 2013. I primi dati emersi sono stati discussi nel Consiglio di CdS del 12 settembre 2013, nella riunione del gruppo quality assurance del CdS l’11 settembre e nel corso di varie riunioni informali in settembre ed ottobre con i colleghi del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali.

Nel Consiglio di CdS del 17 giugno 2013 sono stati invitati 4 studenti (autoselezionatisi pubblicamente attraverso la loro pagina Facebook gestita da soli studenti e nel gruppo LinkedIn gestito dal CdS: i rappresentanti eletti si erano da tempo laureati e non facevano quindi parte del Consiglio) per esprimere le loro valutazioni in merito alle opinioni degli studenti.
Studenti e laureati del CdS sono stati inoltre consultati nel corso del mese di settembre ed ottobre 2013 attraverso il social network gruppo LinkedIn Com.pass del CdS e con brevi incontri vis-à-vis.

Indicazioni principali emerse:
a) l’esigenza formativa di mantenere l’ottica multidisciplinare del CdS;
b) l’importanza dell’offerta formativa sull’uso comunicativo del web e del web 2.0;
c) l’impatto positivo nel mercato del lavoro di un profilo flessibile e multiforme per le svariate applicazioni del tipo di formazione proposto ;
d) l’esigenza di potenziare le conoscenze in ambiti connessi all’espaznione nei mercati internazionali;
e) l’esigenza di accostare anche la denominazione del corso di studio al mondo dell’impresa;
f) la positiva conferma di procedere ad una formalizzazione sperimentale di un apposito curriculum di alternanza studio lavoro al II anno, basandosi sull’esperienza di tirocini curriculari senza acquisizione di crediti connessi alla prova finale già avviata dal CdS negli anni precedenti

La precedente consultazione delle parti sociali si è svolta il 20/7/2007 in presenza della Asl di Modena - Dirigente responsabile del Servizio Comunicazione e Marketing dell'Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica - Segretario Generale. In particolare era emersa l'esigenza di rilanciare competenze sia teorico-scientifiche sia professionali in ambito comunicativo, basate su ricerca e riflessione concettuale prima che tecnica, segnalando dunque l'importanza di una elaborazione di nuovi modelli di comunicazione integrata meno tecnicistici e meno ridotti a mero intervento pubblicitario, ma più efficaci per gestire, coordinare e pianificare le relazioni in un mondo in continuo cambiamento.


DOCUMENTAZIONE
Verbali della consultazione e materiale relativo ai dati quantitativi e qualitativi emersi nel riscontro con i consultati.

Contatti e recapiti utili

info.compass@unibo.it

spbo.didattica@unibo.it
Unità di Servizio Didattico agli Studenti - Area Sociale
Orario ricevimento studenti:
Lunedì - mercoledì dalle 9,30 alle 12
martedì e giovedì ore 14 - 15,30
spbo.didattica@unibo.it

Tutor del Corso:
Dott.ssa Michela Zingone